mahsa amini

La polizia morale in Iran è stata abolita. Cosa sta accadendo?

Redazione Informare 04/12/2022
Updated 2022/12/04 at 12:29 PM
2 Minuti per la lettura

Ad annunciare la notizia è il procuratore generale dell’Iran Mohammad Jafar Montazeri, il quale si esprime così a riguardo:

«La polizia morale non ha niente a che fare con la magistratura, ed è stata abolita da chi l’ha creata»

È Ansa che stamane ha riportato la notizia citando l’agenzia stampa iraniana Isna, dopo che ieri sera 3 dicembre erano iniziate a trapelare le notizie di un possibile allentamento delle misure sul tipo di abbigliamento imposto alle donne nel Paese.

È probabile che l’abolizione della polizia morale in Iran sia da ricollegare alle proteste delle donne nel Paese che da settimane si riuniscono per rivendicare i propri diritti.

Tutto è nato dall’arresto di Mahsa Amini, effettuato proprio dalla polizia morale per non aver indossato il velo islamico nella maniera considerata corretta. Poco dopo la tragica morte della donna, avvenuta in circostanze molto sospette. Da allora le proteste sono scoppiate in tutto il paese e hanno subito violente repressioni. Alcune manifestanti sono state incarcerate e uccise. Ufficialmente si contano 200 persone che hanno perso la vita.

Per le giornate del 5 e del 7 dicembre sono previsti due scioperi per i quali Teheran dice che mostrerà tolleranza zero

Il presidente del Paese, Ebrahim Raisi si è aggiunto al coro e ha ricordato che la legge islamica è parte integrante della costituzione iraniana, ma ha fatto presente che «ci sono modi di interpretare la costituzione che possono essere flessibili». A luglio, invece, era stato irremovibile sul suo mantenimento, invitando la polizia morale ad agire per obbligare le donne a indossarlo. Il velo islamico è obbligatorio in Iran dal 1983, 4 anni dopo la rivoluzione islamica che trasformò il Paese.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *