informareonline-Consiglio

Nella seduta di ieri, venerdì 12 febbraio, il Consiglio Comunale di Castel Volturno, all’unanimità, ha deliberato un “NO FORTE E CHIARO” all’impianto di trattamento dei rifiuti pericolosi. Ne prendiamo atto con soddisfazione.
Ora il percorso è agevole, e spetta all’Amministrazione far valere in sede regionale la propria determinazione, forte della volontà unanime del Consiglio e del peso espresso dalla sottoscrizione popolare. La quale ha acquisito un vasto e immediato consenso, nonché l’adesione di Enti e di importanti Associazioni nazionali.

In questa lotta unitaria, senza altra bandiera che quella comunale, i sottoscrittori hanno espresso la volontà di andare oltre la vicenda particolare, avendo come unico obiettivo l’estrema difesa dell’ intero territorio: dell’ Ecologia, cioè… della casa, della casa di tutti.
Si è manifestata la voglia di riappropriarsi del proprio destino senza concedere eccessive fiducie, nel rispetto prioritario dell’ambiente, delle sue peculiari caratteristiche, delle sue violentate e residue risorse e bellezze.

Da parte di tutti è stata affermata, con forza, la necessità di un sollecito risanamento generale e, in particolare, della bonifica dei siti inquinati.
La salute del territorio è fondamentale per garantire anche la salute dei singoli cittadini, per valorizzare gli investimenti pubblici e privati, per le attività agricole, turistiche e commerciali, per attrarre il turismo e garantire lo sviluppo economico.
La bellezza di un paese attrae e produce ricchezza. Il degrado allontana e impoverisce.

Per questi obiettivi è necessario essere vigili, e adottare subito, dopo un pretestuoso balletto durato 50 anni, il Piano urbanistico, uno strumento che dia gli ultimi indirizzi certi per l’uso corretto e compatibile del suolo ancora libero.
In questa occasione, ha vinto la voglia di riscatto, l’idea di un altro paese, interamente da rilanciare, con una nuova coscienza di sé e del bene comune.
Un futuro migliore è l’obiettivo fondamentale, urgente e possibile, ma da coltivare con costanza. Si conquista con una lotta continua, con cittadini attenti e consapevoli, e con una buona classe dirigente. Ci vuole amore per il paese, impegno e tanta…tanta passione.

UNITI SI VINCE
Da parte mia un plauso a tutti i sottoscrittori.

Print Friendly, PDF & Email