L’A.N.M. nelle scuole: parte il progetto “Anger Games”

37
informareonline-sessimo-progetto-anm
Pubblicità

Si terrà domani mattina, presso il Liceo Pietro Giannone di Caserta, l’incontro inaugurale del progetto “Anger Games”. All’incontro parteciperanno la prof.ssa Marina Campanile, dirigente Scolastico del Liceo “Pietro Giannone”; la dott.ssa Valentina Ricchezza, magistrato membro della XV Commissione dell’A.N.M. “Educazione alla legalità”; il prof. Giustino Castellano, docente Referente interno di Legalità; la prof.ssa Matilde Pontillo, docente Referente esterna di Legalità e Filosofia del cittadino.

Incontri formativi per riconoscere le discriminazioni

Il percorso di formazione, ideato dalla XV Commissione permanente A.N.M., si propone di trattare e indagare il tema della discriminazione di genere in Italia. Destinatari privilegiati, ovviamente, gli studenti delle scuole superiori. I giovani discenti saranno al centro di un dibattito sull’attuale contesto sociale ancora espressivo di un divario tra i generi. Il titolo scelto per il progetto nasce dall’intreccio di “Hunger games” – famosa serie di fantascienza distopica per ragazzi – con gli “Anger games” stanza in cui è possibile dare sfogo all’aggressività nelle “rage rooms”.

Pubblicità

Principale finalità del percorso formativo è quella di stimolare la coscienza critica dei discenti e la loro capacità di individuare i comportamenti di natura discriminatoria. L’ulteriore scopo è formare i partecipanti affinché sappiano riconoscere situazioni improntate ai rapporti di potere, in modo da difendersene efficacemente.

Come si articola il progetto

In una prima fase sperimentale, gli incontri saranno presentati in alcune scuole pilota individuate nei distretti centro-meridionali di Roma (Fiumicino), Napoli (Caserta) e Catanzaro (Amantea). Il programma prevede quattro fasi che si articoleranno da novembre a maggio e culmineranno con un incontro virtuale tra le diverse scuole aderenti. Durante quest’ultimo sarà realizzata una rappresentazione del dibattito dell’Assemblea costituente in ordine agli articoli 37 e 51 della Costituzione.

Il percorso interdisciplinare declinerà la violenza di genere nelle sue sfaccettature. Particolare attenzione sarà riservata alle manifestazioni del sessismo nel contesto linguistico, mediatico, musicale, filosofico, letterario, ludico e giuridico. Saranno, inoltre, analizzate le tematiche dell’oggettivizzazione della donna e delle vittime maschili del maschilismo.

di Ilaria Ainora

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità