La Juve Stabia con un rigore batte la Casertana

Marco Ciotti 05/03/2024
Updated 2024/03/05 at 12:26 AM
7 Minuti per la lettura
https://www.facebook.com/photo/?fbid=916073333856416&set=a.122364673227290

Allo stadio Romeo Menti, la Casertana perde per 1 a 0 contro la Juve Stabia, nel match valido per la ventinovesima giornata di Lega Pro. Gli ospiti provengono dal successo con il Brindisi per 2 a 1, mentre i padroni di casa dalla vittoria per 1 a 0 contro la Turris.

Mister Cangelosi schiera il 4-3-3. Il ritorno di Montalto cambia qualcosa a livello tattico: la punta, in fase di costruzione, si avvicina ai centrocampisti per aprire il gioco sulle fasce, per poi andare a riempire l’area di rigore.

Primo Tempo: buon ritmo da parte delle due squadre

Le due squadre si studiano nei primi minuti di gioco: preferiscono costruire dal basso senza rischiare la palla lunga per avere il possesso del pallone. Al 13′ Calapai crossa in mezzo per Montalto solo davanti alla porta, ma il pallone è troppo forte per l’attaccante e il tiro termina fuori. La Juve Stabia al 23′ prova a sorprendere gli ospiti: palla perfetta nell’area piccola per l’attaccante liberatosi facilmente della marcatura di Anastasio; il tiro è centrale e Venturi riesce a bloccare.

Al 33′ Venturi rinvia per la ripartenza di Carretta; nella propria tre quarti di campo, il portiere della Juve Stabia esce inaspettatamente; a porta sguarnita, Casoli cerca il gol dalla distanza, ma la difesa salva nell’area piccola. Poco dopo, Calapai crossa ma il pallone giunge dall’altra parte del campo ad Anastasio; il terzino tocca per Tavernelli; il numero 11 tira e Carretta prolunga con il tacco per Montalto, ma manca l’impatto con la sfera. La punta era però in posizione di fuorigioco. Il primo tempo termina dopo 1 minuto di recupero.

Secondo Tempo: la Juve Stabia schiaccia la Casertana

Il match riprende con il dominio da parte dei padroni di casa. Al 52′ la Juve Stabia, su calcio d’angolo, colpisce la traversa grazie a un grande stacco di testa. Tre minuti dopo, si accende Tavernelli: servito fuori dall’area di rigore avversaria, stoppa di petto e calcia al volo; la conclusione finisce di pochissimo a lato. Al 57′ ancora i padroni di casa si mostrano pericolosi: il tiro da fuori area viene deviato e sfiora la traversa.

Curcio entra al 60′ al posto di Carretta. Il giocatore subentrato e Tavernelli si scambiano di posizione. Al 63′ i padroni di casa attaccano sulla fascia sinistra; un giocatore viene premiato per l’inserimento in area e di prima cerca il colpo vincente, sfiorando il palo. La Juve Stabia continua a mantenere un ritmo nettamente superiore rispetto ai Falchetti. Al 68′ ancora i gialloneri ad attaccare: serve un ottimo lavoro di Celiento per deviare la conclusione avversaria in calcio d’angolo. Proprio dal corner la Casertana rischia con un colpo di testa che termina di poco a lato.

Al 71′, su cross della Juve Stabia, c’è un evidente rigore mancato: Matese intercetta col piede e se la tira sul braccio, alto. L’arbitro non vede il tocco e ammonisce un giocatore dei padroni di casa per proteste. Montalto, Damian e Tavernelli escono al 76′ per Rovaglia, Bacchetti e Taurino. All’80’, altro cross dei gialloneri, stavolta è Anastasio che tocca con il braccio, ma l’arbitro adesso lo vede e fischia il calcio di rigore. Sul dischetto, l’attaccante calcia alla sua destra; il tiro è ben angolato ed entra nonostante la giusta intuizione di Venturi, siglando l‘1 a 0 all’81’.

All’85’, Sciacca esce per Turchetta. Al 90’+3 proteste per un colpo al volto di Curcio: Matese crossa in mezzo, il portiere cerca di anticipare il numero 10 ma lo colpisce al volto. Rigore non fischiato anche per i Casertani. Il match finisce dopo 5 minuti di recupero.

Differenze evidenti

Il risultato non rende giustizia ai padroni di casa: se nel primo tempo entrambe le squadre hanno avuto buone occasioni, nel secondo tempo sono emersi tutti i punti di forza delle Vespe e i limiti della Casertana. I gialloneri sono stati superiori nel ritmo e nel gioco, arrivando al tiro numerose volte. Tra le fila dei rossoblù, i due centrali, Celiento e Sciacca, e il portiere, Venturi, hanno salvato in più occasioni il risultato. Non si può dire lo stesso dei terzini Calapai e Anastasio.

Quest’ultimo, in particolare, oggi ha avuto un rendimento decisamente inferiore alle sue capacità: in fase offensiva non ha trovato la giusta intesa con Tavernelli, mentre in fase difensiva spesso si è fatto saltare o ha perso la marcatura. Ciliegina sulla torta, il rigore concesso ai padroni di casa è stato causato da un suo tocco con il braccio. La Casertana ha ancora del margine di miglioramento, soprattutto in fase difensiva, e sarà necessario lavorare sotto questo aspetto per rimanere nelle zone alte della classifica.

La Classifica Aggiornata

La Casertana resta a quota 47 punti, al sesto posto in classifica. La Juve Stabia consolida la prima posizione a 61 punti. La prossima partita sarà Giovedì 7 Marzo in casa contro l’Audace Cerignola, attualmente in undicesima posizione.

Pagelle Casertana

VENTURI 6.5

CALAPAI 5.5

SCIACCA 6 (85′ TURCHETTA S.V.)

CELIENTO 6

ANASTASIO 4.5

MATESE 5.5

CASOLI 5.5

DAMIAN 5.5 (76′ BACCHETTI S.V.)

CARRETTA 5.5 (60′ CURCIO 6)

MONTALTO 6 (76′ ROVAGLIA S.V.)

TAVERNELLI 5 (76′ TAURINO S.V.)

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *