La giostra medievale a Castello del Matese

La giostra – XXIII edizione

Al via la 23esima edizione  della Giostra, Festa Medievale di Castello del Matese, con lo stesso entusiasmo di sempre ma sempre nuova nelle sue rappresentazioni. Grande attrattiva per il territorio matesino, evento atteso dai locali e da tanti turisti che ogni anno accorrono nelle strade e nei vicoli a respirare l’incantevole aria medievale, gustare cibi genuini e piatti tradizionali, ammirare gli allestimenti e le mostre d’arte, partecipare al Torneo. Dame e cavalieri nobili e popolani, mercanti, frati e vagabondi, tutti pronti per godere ed apprezzare musiche, balletti, danze e giochi che allieteranno le serate castellane in attesa del torneo delle Contrade. 

Nasce per  rievocare l’episodio del 1460, della strenua difesa contro l’assalto dei baroni ribelli, quando Castello era la rocca alta di Piedimonte Matese, fedele a Ferdinando I d’Aragona, la “Giostra” è ormai uno degli appuntamenti culturali più attesi di tutta la provincia e, come tutti gli anni, si svolgerà il primo fine settimana di Agosto a partire da Venerdì 4 a Domenica 6 quando, dopo l’aperitivo del mezzogiorno a base di Ippocrasso, tipica bevanda medievale, si attenderà il corteo storico con gli sbandieratori di Offagna. Un ricco carnet di eventi musicali, nostre e giochi d’epoca accompagneranno il visitatore tra i vicoli e spaziando tra la chiesa del Purgatorio, sull’antica mulattiera, alla Torre Grande al Giardino degli artisti. Ogni luogo consentiradi apprezzare tesori dell’arte locale, pittura, scultura ed artigianato tipico.

Tutto il percorso sarà contrassegnato da banchetti contradaioli e bancaregli, con degustazione dei prodotti tipici in ogni rione del paese. Fino a tarda notte, i banchetti offrono menù di pietanze preparate secondo tradizione in un itinerario gastronomico, dove si respira una  sfida nella sfida, a colpi di prelibatezze, canti e balli. Durante i tre giorni sarà possibile spendere l’antica moneta, coniata per l’occasione e distribuita presso un unico ed affidabile monte dei cambi. La domenica, dopo il gustoso aperitivo di mezzogiorno con l’ippocrasso, tipica bevanda medievale, si attenderà lo storico corteo che sfileranno per le vie del paese con gli sbandieratori. A seguire, l’attesissimo torneo dove tre cavalieri, in rappresentanza delle tre Contrade di Cavallo, Torre e Platano,  al galoppo, dovranno infilare con una lanciatre anelli lungo un suggestivo campo di gara. Il vincitore conquisterà lo stendardo econsentira la proclamazione della contrada reggente, al fianco al Signore del Castello.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione culturale Cluvia che, grazie all’energica passione del suo presidente, Michele Granitto, riesce a coinvolgere ben oltre la metà dell’intera popolazione sia nella organizzazione che nella rappresentazione. E mentre il Presidente invita tutti a partecipare “con spensieratezza e convivialità e a condividere con curiosità e passione sia i momenti culturali che gli immancabili banchetti.”, anche il primo cittadino, Antonio Montone, ringrazia tutti i suoi concittadini e l’Associazione per l’impegno profuso sia nella organizzazione che nell’accoglienza che “negli anni hanno contribuito alla crescita del nostro patrimonio culturale europeo territoriale, dando la possibilità a tanti turisti e visitatori di conoscere il nostro territorio”.

Segue, nel dettaglio, il programma dell’evento ed alcune immagini delle precedenti edizioni.

di Annamaria La Penna
annamarialapenna@gmail.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

SENTITE LU BANDU

VENERDÌ 4 AGOSTO

Ore 20,00
Cerimoniale de cominciamento:
Benedictione de li Cavalieri sullo Sagrato de la Chiesa di Sancta Croce
Donatione de lo scudo a lo popolo intero dalla contrada Torre, victoriosa in la Giostra MMXVI

Ore 20,30
Mercatino de lo Castello
Gli Artigiani al lavoro
Gli spatii, i lochi e li tempi de la Cultura:
“Il Giardino degli Artisti”: Mostre d’Arte

“Salita alla rocca” VI Edizione: passeggiata su l’antico tratturo Piedimonte – Castello, a cura dell’Associazione Love Matese – Raduno in Piazza Carmine in Piedimonte Matese

Ore 21,00
Accensione de le Fiaccole – La Ronda de li Guardi
Apertura del “Monte de’ cambi”
Apertura de li Banchetti de le Contrade
Apertura de li bancaregli – Cibarie de traditione de lo paese

La Taverna co li Balocchi – giuochi e trastulli del medioevo de lo Castello

Musica e giullarìa tra li bastioni, su li sagrati, pe li cortili
Menestrelli allietano lo centro storico:
– Compagnia dei Goliardi
– Futhark
– Giullari dell’Allegra Brigata

La martiale allegoria – a cura de lo gruppo Arcieri del Sud

Il loco de le afflitioni – Istrumenti de tortura e sofferentia

SABATO 5 AGOSTO

Ore 20,00
Mercatino de lo Castello – Gli Artigiani al lavoro
Apertura de “Il Giardino degli Artisti”
La Taverna co li Balocchi
Il loco de le afflitioni
La martiale allegoria – Arcieri del Sud

Ore 21,00
Accensione de le Fiaccole – La Ronda de li Guardi

“Pe li mestoli, li cembali e li salterelli – Giubili propitiatori de le Contrade”
Apertura de li Banchetti contradaioli e de li bancaregli

Musica, guitti e giocolieri tra vicoli e sagrati:
– Compagnia dei Goliardi
– Futhark
– Giullari dell’Allegra Brigata

Chiesa di Sant’Antonio: musica corale medievale e rinascimentale
– Organa Vocis: ensemble di voci e strumenti

DOMENICA 6 AGOSTO

Ore 12,00
L’Hora Gaia – Aperitivo in Piazza Roma: Ippocrasso e Stuzzicarìa a cura dell’Associazione Culturale Cluvia

Ore 17:30
Corteo storico dell’Associazione Culturale Cluvia

Sbandieratori e Tamburi de Offagna (AN)

Il Bando de la Giostra
Riconsegna de lo Stendardo dallo Signore de lo Castello
Giuramento pe lo novo Torneo

XXIII Torneo medievale de “La Giostra”

Ore 21:00
La Taverna co li Balocchi
Il loco de le afflitioni
La martiale allegoria – Arcieri del Sud

Mercatino de lo Castello – Gli Artigiani al lavoro
Apertura de “Il Giardino degli Artisti”

Apertura de li Banchetti de le Contrade
Apertura de li bancaregli – Cibarie de traditione de lo paese

Lo Gran Finale:
Cerimoniale de li Tre Scudi – Premiatione de la contrada victoriosa
Festeggiamenti de lo novo Signore de lo Castello
Spettacolo de musica antica e de’ popoli con:
– Compagnia dei Goliardi
– Futhark
– Giullari dell’Allegra Brigata

About Annamaria La Penna

Pedagogista, si occupa di educazione, formazione e ricerca universitaria prevalentemente nell’educazione degli adulti e del Life Long Learning. Assistente Sociale, mediatrice familiare e consulente tecnico esperto in servizio sociale forense, è impegnata nei servizi e nelle politiche sociali dal 2001. Ha collaborato con alcune testate, tra cui Viewpoint, magazine di promozione culturale umbro (dove nasce e si forma) fino a giungere nel 2016 nella grande famiglia di Informare, dove ricopre il ruolo di caporedattore e direttore organizzativo. Iscritta agli Ordini professionali degli Assistenti Sociali e dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Obiettivo personale e professionale: con passione e dedizione, continuare a migliorare in qualsiasi cosa faccia.