Francia Green&Blue

La Francia si tinge di green & blu e la favola continua !

Harry di Prisco 06/02/2022
Updated 2022/02/06 at 4:12 PM
9 Minuti per la lettura

Presentate le novità turistiche francesi al Mediatour 2022

La Francia vanta un’importante varietà di paesaggi, città, borghi incantevoli e atmosfere suggestive: le cose da vedere in Francia sono illimitate, questo la rende una delle più importanti destinazioni turistiche al mondo, scelta da oltre 90 milioni di visitatori all’anno.

Il tema di quest’anno presentato da Atout France alla nuova edizione del Mediatour Francia, in parte in presenza e in parte digitale, è il turismo green & blu con  una scelta ricchissima di proposte nella natura, immensi spazi naturali, panorami mozzafiato  per la ricerca del benessere e con soste gastronomiche.

«L’offerta turistica che vi presentiamo nel Mediatour Atout France 2022 ha come filo conduttore il turismo green & blu, un modo per vivere la Francia nel segno del rispetto di due patrimoni che devono essere più che mai protetti: la natura e il verde, e l’acqua di mari, di fiumi e canali, di laghi, bene prezioso»,  Frédéric Meyer Direttore Atout France Italia, Grecia, Svizzera e coordinatore regionale Europa del Sud. «In un momento in cui tutti siamo di fronte ai problemi dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, il “filo green & blu” deve essere la nostra guida. Senza mai dimenticare la cultura e l’arte di vivere, che sono un po’ il marchio ufficiale della destinazione Francia, e puntando alle cose che contano davvero», ha concluso il Direttore Meyer.

Tante le buone ragioni per scegliere la Francia nel 2022, tante proposte, tutte attrattive, spesso legate ai grandi anniversari di quest’anno, come: i 100 anni dalla morte di Marcel Proust; i 200 anni dalla decifrazione dei geroglifici da parte di Champollion; il bicentenario della nascita della pittrice, icona femminista, Rosa Bonheur e di Louis Pasteur, cui si deve il primo vaccino contro la rabbia, un pioniere nel settore della prevenzione e del distanziamento sociale e i 400 anni dalla nascita di Molière. Compie 30 anni Disneyland Paris: i festeggiamenti per il 30° compleanno iniziano il 6 marzo con tanti eventi speciali. Tante possibilità nelle varie regioni, questi alcuni esempi:

L’Alvernia-Rodano-Alpi

Punta al turismo verde in bicicletta con 2.480 km di percorsi tra cui 580 km  EuroVelo.  La più nuova la Via Allier, dal nord al sud dell’Alvernia: una pista ciclabile che segue il corso del fiume Allier per 435 km, dalla confluenza con la Loira vicino a Nevers alla sorgente vicino a Langogne.  Altre novità la Valle della Gastronomia, nuova destinazione turistica slow e gourmande tra Digione e Marsiglia, passando per Lione, il Beaujolais e tutta la Valle del Rodano. Vichy è entrata nelle città termali Patrimonio Unesco, unica città francese.

Il Grande Est – Alsazia, Ardenne, Champagne, Lorena e Vosgi

Un Viaggio enoturistico a Reims fra le grandi « maison » dello Champagne, sulle tracce dell’Art Nouveau a Nancy e a Strasburgo per una fuga romantica ed ecologica. Novità green & blu- “Nutchel”, glamping nel cuore della foresta. A Plaine, nella valle del fiume Bruche (1 ora da Strasburgo), 37 chalet glamping per gli amanti del turismo naturale.

La Borgogna

Terra di grandi vini e grande cucina, è una delle 10 destinazioni da visitare nel mondo nel 2022 secondo la guida Lonely Planet (l’unica destinazione francese). Conta ben 8 siti UNESCO, presenta la nuova Citè della Gastronomia e del Vino e festeggia il bicentenario della nascita di Louis Pasteur. Con 1.300 chilometri di canali, fiumi, laghi e specchi è l’ideale per gli appassionati di sport acquatici e del turismo fluviale.

In Normandia continuano  fino al prossimo giugno le celebrazioni per il bicentenario di Gustave Flaubert e  per il centenario della morte di Marcel Proust, da non perdere la Villa du Temps Retrouvé /Museo Marcel Proust a Cabourg. Percorsi green & blu  in bici lungo la costa sulla nuova pista ciclabile Vélomaritime che passa per luoghi-simbolo della Normandia: Mont-Saint-Michel, le spiagge dello sbarco, Deauville, Honfleur, Fécamp e le scogliere di Étretat, regno di Arsenio Lupine.

Nantes

E’ lo scenario del grande evento estivo del Voyage à Nantes dal 2 luglio all’11 settembre, che trasforma la città nel segno dell’arte e della creatività. Anche qui percorsi in bicicletta da Nantes a Mont-Saint-Michel, dall’Atlantico alla Manica. Proposta green &blu per scoprire i vigneti di Muscadet fino a Clisson, così come la collezione Estuaire Nantes Saint-Nazaire e le sue 34 opere d’arte contemporanea.

Il Centro-Valle della Loira festeggia il 30° anniversario del Festival Internazionale dei Giardini  di Chaumont-sur-Loire e i 30 anni del l’iscrizione della cattedrale di Bourges nel Patrimonio dell’UNESCO. Proposta green & blu in bicicletta sulla Scandibérique, 1700 km dalla frontiera belga a quella spagnola, nuovo itinerario che passa attraverso siti notevoli, la città di Montargis, piccoli villaggi della regione del Loiret e il ponte-canale di Briare che si unisce poi al percorso “ La Loire à Vélo “ la Loira in bicicletta, che permette di ammirare 8 dei 23 più grandi castelli della Loira.

Il Castello di Amboise

Eccezionale restauro storico della cappella Saint-Hubert (2021 – 2023). E’ il luogo di sepoltura di Leonardo da Vinci, con nuovo approccio ecologico agli splendidi giardini. Nel parco i visitatori sono invitati ad approfittare tutto l’anno dei bellissimi prati per un déjeuner sur l’herbe, una colazione sull’erba, un po’ di relax o per giocare. Durante l’estate i giardini sono la cornice ideale delle serate “Pic-nic Panoramici” con affascinanti concerti.

L’Occitania

Da Lourdes 100% natura e turismo verde, con strade tranquille dove è bello pedalare per scoprire i villaggi e il patrimonio dei Pirenei, alla Camargue del Gard in bicicletta elettrica . Grande evento il bicentenario della decifrazione dei geroglifici da parte di  Champollion a Figeac, sua città natale, con il Musée Champollion – Les Ecritures du Monde. Nuova proposta green & blu la GR736, gran percorso di trekking lungo il fiume Tarn, dalla sorgente in Lozère ad Albi nel Tarn, attraverso l’Aveyron.

La Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Un itinerario in 10 tappe sulle  tracce di Maria Maddalena. L’itinerario passa attraverso alcuni dei più importanti siti culturali, storici e naturali della Provenza: il Parco Naturale Regionale della Camargue, il Parco Naturale Regionale della Sainte-Baume. La proposta green &blu : la Via Rhôna, un itinerario in bicicletta che segue il corso del Rodano dal Lago Lemano alle spiagge del Mediterraneo, per un totale di 815 km.

La Costa Azzurra

Spazia dalle rocce rosse dell’Esterel al blu del Mediterraneo,  ai fiumi e le cime del Parco Nazionale del Mercantour, scenari ideali per un turismo slow. Novità: le Micro avventure in Costa Azzurra, avventure sostenibili, su piccola scala e di breve durata che richiedono poca preparazione e poco budget per  esperienze originali all’aperto. Proposta green&blu il Santuario Pelagos, accordo tra Italia, Monaco e Francia, 87 500 km² di mare e molte specie di cetacei, capodogli, delfini, balene: più di 8.500 specie protette si possono osservare qui.

La natura, il verde e l’acqua dei mari, dei fiumi, dei canali e dei laghi, acqua e natura in un binomio perfetto sono beni preziosi, come la cultura e l’arte, per un turismo sostenibile, verde e slow,  un “fil vert” in perfetta sintonia con l’ambiente nel segno dell’autenticità e della sostenibilità, attraverso un turismo lento che rispetta la natura, il verde e l’ambiente,  dove ognuno può sistemarsi come vuole per tutto il tempo che vuole. L’art de vivre e la cultura francese per scoprire o riscoprire la Francia e le sue destinazioni.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *