La sinuosità dei corpi catturata con notevole maestria da uno dei maestri della fotografia del XX secolo, Robert Mapplethorpe (4 novembre 1946- 9 marzo 1989) in una mostra che si terrà dal 15 dicembre 2018 all’ 8 aprile 2019, al madre  museo d’arte contemporanea Donnaregina della Regione Campania. Durante l’inaugurazione il 14 dicembre c’è stata una performance di danza, a cura di Laura Valente e Andrea Viliani, organizzata in collaborazione con Robert Mapplethorpe Foundation di New York.

informareonline-mapplethorpe2

L’esposizione del grande fotografo ,coincide con la trentennale della personale “The Perfect Moment”, il cui primo capitolo fu presentato nel dicembre 1988 all’Institute of  Contemporary Art , University of Pennsylvania di Philadelphia, pochi mesi prima della scomparsa dell’artista, avvenuta il 9 marzo 1986, all’età di 43 anni. All’interno del percorso presente al  Museo Madre troveremo più di 160 opere, comprese quelle provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dalla Reggia di Caserta (Collezione Terrae Motus), grazie ad una collaborazione virtuosa tra istituzioni.

informareonline-mapplethorpe3

Le performance iniziano con l’intervento di Oliver Dubois, direttore della Compagnie Oliver Dubois, ed ex direttore Ballet du Nord dal 2014 al 2017, incluso nella lista dei venticinque migliori ballerini al mondo nel 2011, che sarà autore di una creazione originale commissionata e prodotta per il Museo Madre, In Dialogue with Bob, in occasione dell’apertura( 14 dicembre),con una seconda messa in scena il giorno successivo. La nuova creazione di Dubois vedrà la partecipazione di performer scelti in audizioni pubbliche a Napoli dal coreografo nelle scorse settimane. Questa esperienza porta per la prima volta al museo d’arte contemporanea il format “Abballamm!” ideato da Laura Valente -coordinamento Gennaro Cimmino, collaborazione di Susanna Sastro- progetto con cui da tre anni la direzione artistica danza del Ravello Festival,prodotto dalla Regione Campania, coinvolge i migliori talenti del territorio.

di Maria Grazia Scrima

Print Friendly, PDF & Email