“La Clinica per Rinascere”: in onda su Real Time il team del dott. Giardiello

dott. Cristiano Giardiello

Da anni l’Italia vanta un particolare primato che di certo non rende orgogliosi i diretti interessati e la sanità pubblica. Sono anni che il nostro paese vede cresce esponenzialmente il numero di persone affette da obesità con un tasso di mortalità che supera i 57 mila morti l’anno. Un faro di speranza esiste e rappresenta una realtà concreta per un territorio difficile come quello di Castel Volturno in provincia di Caserta.

 

Il team del Dott. Cristiano Giardiello apre le porte all’emittente televisiva Real Time proponendo il format italiano del già noto “Vite al Limite” del Dottor Nowzaradan.

 

Era inevitabile ed è giunta l’ora anche per gli obesi italiani di mettersi a nudo (letteralmente) raccontando le proprie esperienze di vita al mondo.

Non deve essere stato facile per i pazienti denudarsi completamente e condividere una parte difficile della propria vita con il resto del mondo. Eppure la voglia di rivalsa ha preso il sopravvento sulle ansie e le paure che i protagonisti portano dentro da sempre. Mettere a nudo il proprio corpo e mostrare lati del carattere che spesso condividiamo solo con persone strettamente vicine alla nostra vita è stata la vera vittoria. Ed è proprio qui che avviene la rinascita. A rinascere non è solo il corpo. La rinascita va oltre, innescando meccanismi che mai ci saremmo aspettati prima.

La mente rinasce insieme alla nostra nuova vita. Una vita degna di essere vissuta senza nascondere quello che si è stati, e mostrando con fierezza quello che ci ha permesso di essere le persone che siamo.

Il grasso, la cellulite, le difficoltà motorie e ogni inestetismo che ci può far apparire in qualche modo “diversi” non devono più rappresentare un problema. Ci si arma di coraggio e si chiede aiuto ad un team di esperti con l’unico scopo di riappropriarsi della vita.

Il 7 Maggio è andata in onda sul canale 31 del digitale terrestre la prima puntata di “ La Clinica per Rinascere” . Si è proprio questo il nome scelto per la versione italiana del programma.

Il team del Dottor Giardiello opera all’interno del Pineta Grande Hospital di Castel Volturno in un reparto ormai fonte di speranza per gli obesi di mezza Italia “l’Obesity Center”.

 

Dott.ssa Cesaro, Dott. Giardiello. Dott.ssa Schiano

 

Il centro per l’obesità è già noto alle cronache locali per l’alto numero di casi al “limite” trattati con successo dall’aquipe medica del dott. Giardiello. Il medico si avvale della collaborazione di una dietista la dott. Rita Schiano di Cola e di una psicologa la dott. Filomena Cesaro. Entrambe hanno sin da subito mostrato una certa empatia con Rosarita (la paziente trattata durante la prima puntata) . Mentre la dott.ssa Cesaro era occupata ad “addolcire” il rapporto fra Rosarita ed il marito cercando di ricostruire un’affinità di coppia abbandonata da tempo, la dott.ssa. Schiano era molto preoccupata ad evitare che la paziente continuasse ad avvelenarsi di cibo spazzatura quotidianamente, e con la meticolosità che la contraddistingue, ha cercato di imporre a moglie e marito regole severe per raggiungere il risultato tanto sperato ; ovvero perdere peso per poter raggiungere la tanto desiderata operazione.

Il team del Dottor Giardiello non si ferma solo alle due partecipanti al programma, dietro si nasconde un lavoro portato avanti da altrettanti infermieri, medici, personale amministrativo, dietisti e psicologi. Un lavoro fatto con armonia e principalmente passione, eh si! Perché è proprio questa la prima sensazione che si avverte frequentando il personale che compone il reparto dell’Obesity Center.

Non ci resta che attendere la prossima puntata che andrà in onda il 14 Maggio alle ore 21.10 sempre su Real Time. Il protagonista sarà Pasquale, un ragazzo obeso di 312kg, ed a seguire nelle prossime settimane saranno altri quattro i casi trattati per un totale di sei episodi.

La prima puntata ha raggiunto 1.7% degli ascolti Tv, mentre su twitter l’hastag #laclinicaperrinascere è diventato trans mondiale in un’ora. Risultati che fanno ben sperare per il futuro.

di Vincenzo Lo Cascio

1 comments

Comments are closed.