La Campania mette al bando il circo con gli animali

Approvata una mozione del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che impegna il Consiglio della Regione Campania a vietare gli spettacoli circensi che utilizzano animali.

36
informareonline-la-campania-bandisce-ilcirco-con-gli-animal-ridottai
Finalmente anche la Regione Campania interviene positivamente per bloccare le attività circensi che utilizzano gli animali per i loro spettacoli.

Da anni molte associazione animaliste, come la Lav, chiedono a gran voce lo stop di questa pratica, ormai ritenuta da sempre più persone come crudele e degradante per gli esemplari usati, spesso nati in cattività o catturati in luoghi esotici strappati dal loro habitat naturale.

Ormai da diversi anni molti Paesi Europei come Austria, Belgio, Croazia, Rep. Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Malta, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Portogallo e Olanda hanno vietato l’uso di animali per le performance circensi, e nel resto del mondo limitazioni totali o parziali sono state applicate da Israele, Messico, USA, Canada, India, Australia e Nuova Zelanda.

In Italia la legge c’è, ma mancano i decreti attuativi. Nel 2017 infatti, la legge numero 175 prevedeva un “graduale superamento dell’utilizzo degli animali” da parte di circhi e spettacoli viaggianti. Pertanto, in attesa dei decreti, la normativa di riferimento è ancora quella del 1968, una normativa obsoleta di oltre cinquant’anni fa.

Una normativa più stringente per garantire almeno una migliore condizione di vita degli animali si è avuta con la delibera della Commissione CITIES istituita presso il Ministero dell’Ambiente del 2000, che ha permesso a molti Comuni e Regioni di rifiutare le richieste di autorizzazione degli spettacoli circensi qualora non si uniformassero alle nuove norme.

Con la nuova mozione, spiega Francesco Emilio Borrelli che se ne è fatto promotore, “Il Consiglio Regionale della Campania oggi ha approvato all’unanimità la mozione da noi presentata per un circo senza animali. La Giunta regionale infatti è stata impegnata ad attivarsi presso il governo nazionale per arrivare a una rapida approvazione dei decreti attuativi previsti dall’articolo 2 della Legge 175/2018. La normativa punta alla revisione delle disposizioni nei settori delle attività circensi e degli spettacoli viaggianti finalizzata al superamento dell’utilizzo degli animali nel loro svolgimento. Dunque l’obiettivo è niente animali negli spettacoli entro due anni”

Print Friendly, PDF & Email