L’Ocean Viking in fermo amministrativo a Civitavecchia: ma secondo quali norme?

Tonia Scarano 14/07/2023
Updated 2023/07/13 at 10:09 PM
3 Minuti per la lettura

L’Ocean Viking, l’imbarcazione di salvataggio dell’Ong SOS Mediterranée è ferma al porto di Civitavecchia in detenzione amministrativa.

La Guardia costiera italiana menziona le ragioni di sicurezza tratte da una norma che SOS Mediterranée definisce obsoleta

L’11 luglio, dopo l’approdo per il POS alle 57 persone salvate, le autorità sottopongono l’Ocean Viking a un Port state control. È uno strumento di controllo dello stato di approdo e viene effettuato da tutti gli stati aderenti al Memorandum di Parigi sui battelli con bandiera straniera che approdano sulle loro coste. Questo sistema garantisce sicurezza e affidabilità delle navi. Sono norme che vigono da decine di anni e sono ordinarie.

«Questa volta ci fermano per una interpretazione nuova di una norma già esistente nella convenzione SOLAS» spiega Francesco Creazzo di SOS Mediterranée. «Che dice che a bordo deve esserci un sufficiente numero di persone che abbiano una certificazione per operare i dispositivi di abbandono nave: le zattere. Noi abbiamo 14 zattere a bordo e, secondo questa interpretazione fatta ieri per la prima volta, ci vuole una persona certificata per zattera. Al momento non abbiamo 14 persone certificate, probabilmente le avremo, ma non è questo il punto».

Il punto è che questa interpretazione sembra colpire più come un nuovo laccio restrittivo alle operazioni di salvataggio in mare

Le zattere, dispositivi di emergenza, detti anche dispositivi di abbandono nave, sono correlati al numero di persone dell’equipaggio. Creazzo: «3 anni fa nel corso di un altro PSC ci è stato notificato un fermo amministrativo, anche lì in base a una nuova linea interpretativa delle regole. La Guardia costiera diceva che siccome non siamo una normale nave commerciale e usciamo per salvare le persone, dobbiamo avere dotazioni di emergenza anche per le persone che salviamo. Il che è assurdo poiché non possiamo prevedere quante persone salviamo. Per tornare al più presto in mare, SOS Mediterranée scelse di installare nuove zattere di emergenza. Oggi ci dicono che non abbiamo abbastanza persone certificate per operarle».

Stakeholders, tra cui RINA (Registro internazionale navale) e lo stato di bandiera della Ocean Viking, la Norvegia, stanno lavorando al caso. Per il momento l’Ocean Viking è ferma al porto di Civitavecchia per tempo indefinito, fino a un successivo Port state control.

Leggi il comunicato stampa

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *