Josè Maria Callejon, fratello napoletano

“Innamoratevi di qualcuno che vi cerchi come Callejon cerca Insigne”, perchè la loro intesa per 7 anni ha fatto sognare i napoletani

Napoli è stata la sua casa per 7 lunghi anni, Jose Maria Callejon non ha dimenticato cosa hanno significato per lui. Arrivato nel 2013 insieme al compagno di squadra Higuain, venne ceduto dal Real Madrid senza tanti complimenti.

“Se fosse stato bravo mica lo avrebbero ceduto…” erano state queste le parole di accoglienza dei tifosi, eppure il pacco del Real ha zittito tutti e li ha fatti innamorare. Scelse la sfida, da subito, indossando una maglia pesante: la numero 7 appartenuta ad Edinson Cavani. Giusto il tempo di guardarsi intorno, confermare la fiducia che Mister Benitez gli aveva dimostrato volendolo a Napoli, poi cominciò a scrivere la storia di una squadra bella da vedere e piena di ambizioni.

Tra Campionato e Coppe, ha collezionato solo a Napoli 349 presenze e 82 gol. Ma tutti ricordano la sua imprevedibilità, i suoi tagli che tante volte hanno lasciato sconcertate le difese, c’era poco da chiamare l’uomo: Callejon arrivava all’improvviso!

Mai una parola fuori posto, mai comportamenti sopra le righe: una serietà in campo che poche volte si è vista

Quando è andato via ha avuto solo parole d’amore “Sono stati sette anni veramente meravigliosi, amo Napoli e la amerò per sempre, non dimenticherò mai la gente, la città, i tifosi e la società. Ringrazio tutti perché mi hanno fatto stare bene, mi hanno fatto sentire a casa”. Durante il primo lockdown del 2020 ha sentito che il ciclo partenopeo era finito, aveva bisogno di nuove sfide ed essendo ormai svincolato dal Napoli ha accettato la proposta della Fiorentina che gli permetteva di restare in Italia dove ormai è la sua casa.

I tifosi partenopei non lo hanno dimenticato e hanno sempre ricambiato i sentimenti affettuosi.

Oggi a Napoli si gioca proprio contro la Fiorentina, per la prima volta saremo avversari in campo. Ma l’affetto resta e a testimoniarlo campeggia uno striscione fuori il Diego Armando Maradona che certamente lo farà felice.

di Alessandra Criscuolo

Print Friendly, PDF & Email