“Jatevenne”, gli studenti napoletani scacciano la Camusso

studenti_corteo_protesta_napoli_camusso_informareonline

Bloccato il convegno “flessibilità e precarietà nel mercato del lavoro” dell’ateneo Federico II di Napoli

Massimo D’Alema e Susanna Camusso dovevano essere ospitati presso l’Università Federico II di Napoli per parlare di temi caldi come lavoro, precarietà ed Europa. Già dalle 15.00 sono state avvistate le prime sommosse nell’aula in cui doveva avvenire l’incontro. Un gruppo di studenti, alcuni dei quali appartenenti a realtà come ex OPG ed Insurgencia, ha dapprima occupato l’aula per poi dar luogo ad una vera e propria manifestazione. “Per noi è inaccettabile che persone del genere, che hanno rovinato l’Italia ed il mercato del lavoro, vengano a parlare nella nostra università” ha affermato uno studente, membro dell’ex OPG, sopra i tanti “jatevenne” che si alzavano dalla folla.
D’Alema non è arrivato, la Camusso é stata mandata via dalla folla studentesca. “Qua non si permette di discutere liberamente” ha affermato la segretaria generale di CGIL, scortata da un gruppo di giornalisti e curiosi avventori. Al momento la polizia sosta davanti alla sede di via Marina, si suppone per intervenire nello sgombero degli studenti.

About Salvatore De Marco

Salvatore De Marco nato il 18/10/1992 a Napoli. Tutti lo conoscono come Savio De Marco. Diplomato al Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Napoli. Laureando presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II in Scienze Politiche. Ama l’arte, la filosofia e la scrittura e il teatro, appassionato di cinema e fumetti. Coordinatore e Regista di una compagnia amatoriale teatrale “Pazzianne & Redenne” formata totalmente da giovani. Milita in un’associazione culturale “ViviQuartiere Napoli” attiva nella riqualificazione del nostro territorio.