Jabil: l’assessore Palmeri incontra i lavoratori di Marcianise

informareonline-jabil-marcianise

Le tute blu: “Palmeri una di noi”

Questa mattina, invitata dalle Rsu di fabbrica, si è recata nell’azienda Jabil Circuit di Maricanise, multinazionale delle telecomunicazioni sul territorio, l’assessore regionale al Lavoro ed alle Risorse Umane della Campania Sonia Palmeri.

Un incontro per fare il punto della situazione, anche perché la sospensione dei licenziamenti è per ora prevista fino al prossimo 8 novembre. Pertanto ieri l’Assessore Palmeri ha inviato una richiesta al Ministro dello Sviluppo Economico ed al vice capo di gabinetto Giorgio Sorial già per la prossima settimana col proposito di “voler calendarizzare, con la massima sollecitudine, un tavolo di confronto tra tutte le parti interessate, al fine di non vanificare tutti gli sforzi sinergici fino ad ora messi in campo e tesi a scongiurare la procedura di licenziamento per le centinaia di lavoratori coinvolti”.

«La Regione Campania è impegnata – ha affermato Palmeri – già da qualche anno sulla vertenza di Jabil di Marcianise, un’azienda con maestranze altamente qualificate nella componentistica elettronica, ma attraversata da un forte processo di ridimensionamento dell’organico attuale. Da 700 dipendenti attuali la casa madre americana ha deciso il taglio di oltre il 50% della forza lavoro.

Già lo scorso anno siamo intervenuti per scongiurare 150 licenziamenti, favorendo insieme al MISE il processo di ricollocazione degli esuberi.

L’impegno continua, essendo un’azienda strategica per il territorio campano, ora si lavora sull’esame del piano industriale presso il MISE. Una grande realtà industriale del nostro territorio – ha ribadito l’assessore – con lavoratrici e lavoratori di grande competenza, che vivono già da qualche anno la sofferenza di vedere arretrare il processo di sviluppo dell’azienda a cui hanno dedicato parte della loro vita. Ho trovato una comunità di lavoratori molto unita – ha concluso l’assessore al Lavoro della Regione Campania – consapevole che insieme al prezioso apporto dei sindacati si possano e si debbano raggiungere obiettivi imprescindibili: la tutela e la salvaguardia di tutti i posti di lavoro. Mi viene da dire: se tornassi a fare il manager mi piacerebbe guidare un gruppo di Risorse Umane così compatto».

 

Print Friendly, PDF & Email