Italia zona rossa, il nuovo decreto del Governo

675
conte-conferenza-stampa-768x449
Pubblicità

Zona rossa estesa a tutta Italia

In queste ore la conferenza del Presidente Conte che dichiara «Modificare le nostre abitudini, lo dobbiamo fare subito».

È fatto divieto di entrare o uscire dall’Italia se non per motivi “gravi e indifferibili” ed è ridotta la mobilità anche all’interno delle zone rosse.

Chiuse fino al 3 aprile: chiese, musei, palestre, piscine e teatri, oltre che a scuole e università.
I negozi e i locali possono rimanere aperti a patto di garantire la distanza di sicurezza di un metro tra i clienti: in caso contrario i titolari andranno incontro a sanzioni. Nei casi in cui non sia possibile garantire questa misura, l’attività dovrà essere chiusa.
I bar e i ristoranti sono comunque obbligati a chiudere entro le ore 18.00.
Per quanto riguarda le attività lavorative, è raccomandato lo smart working laddove possibile.

Pubblicità

Il nuovo decreto del Governo estende a tutta la nazione le misure adottate nella zona rossa.
Evitare quindi gli spostamenti a meno che non siano per motivazioni di lavoro, salute ed estrema necessità, sarà necessaria un’autocertificazione. Divieto degli assembramenti all’aperto e nei locali pubblici. Sono queste le misure drastiche ulteriormente applicate dal governo per contrastare il contagio del Covid-19 affinché si possano verificare rallentamenti nel contagio.
Fermate anche manifestazioni di natura sportiva.
Le misure entreranno in vigore da domani mattina, la sospensione delle attività didattiche si prolunga al 3 aprile. Il presidente specifica anche di voler rafforzare il coordinamento nell’ambito sanitario.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità