Destra Volturno discarica 1

Isola ecologica a Destra Volturno: ancora ritardi ma una speranza c’è

Antonio Casaccio 14/07/2023
Updated 2023/07/14 at 12:50 PM
2 Minuti per la lettura

Il Protocollo d’Intesa firmato nel 2018, tra i vari progetti, prevedeva anche la realizzazione di un’isola ecologica nella zona di Destra Volturno, area depuratore. Un intervento utile ai cittadini in un’area del territorio in cui avvengono continui abbandoni, tanto da aver creato un vero e proprio sistema di sversamento illegale da parte di aziende dell’hinterland napoletano e casertano, oltre che dei classici criminali svuotacantine.

Anche quest’opera ha subìto i ritardi della macchina amministrativa, tanto che dall’ammissione del finanziamento (14/12/2018) ad oggi sono passati oltre 5 anni e solo ora si è arrivati alla nomina del Direttore dei Lavori. È stata stesso la Regione Campania nel gennaio del 2020 a chiedere lo stato dell’arte e a che punto fosse l’attuazione del finanziamento. Il ritardo evidente viene palesato con la richiesta di proroga di 4 mesi per l’inizio dei lavori da parte del Comune di Castel Volturno, un po’ come si vorrebbe procedere con il finanziamento sulla Casa Comunale.

Insomma: mentre Destra Volturno è afflitta dai continui sversamenti di rifiuti pericolosi e non sulle proprie strade, la macchina amministrativa ha rallentato in tutti questi anni per la realizzazione di un’isola ecologica che potrebbe essere quantomeno un tampone per i residenti. E come ogni ennesimo ritardo che si rispetti c’è l’ennesima nota del dirigente ai Lavori Pubblici Arch. Claudio Fiorillo che ribadisce la “fortissima carenza di personale che non permette di consentire il raggiungimento degli obbiettivi fissati dall’amministrazione“. Se la Cittadella scolastica fa rumore, l’Isola ecologica per Destra Volturno un po’ meno.

L’esempio del centro di raccolta di prossimità di rifiuti è solo uno dei progetti (in ritardo) previsti dal Protocollo d’Intesa firmato dal comune di Castel Volturno (Amministrazione a guida Dimitri Russo), la Regione, il Commissario Straordinario per Castel Volturno e il Ministero degli Interni.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *