informareonline-intesa-san-paolo-lega-ambiente

Intesa San Paolo crede nella riqualificazione dell’Oasi dei Variconi

Clara Gesmundo 01/11/2019
Updated 2019/10/31 at 1:36 PM
4 Minuti per la lettura

Intesa San Paolo “Un progetto importante…Come la natura che ci circonda”

Hai mai pensato di aver causato con cattivi comportamenti l’inquinamento della natura? Bene, adesso è il momento di rimediare. Intesa San Paolo e Lega Ambiente in occasione della “Notte della Taranta” quest’anno divenuta ecosolidale, hanno istituito una raccolta fondi intitolata “RigeneriAMO la Natura” per raggiungere un obiettivo ben preciso. Lo scopo è riuscire a riqualificare e rigenerare quelle che si definiscono “quattro aree pregiate dal punto di vista ambientale” in Puglia, Calabria, Campania e Basilicata.

In particolare parliamo della Baia di Torre Squillace, nel comune di Nardò (Puglia), si punterà a rendere accessibile ai visitatori la zona con visite guidate, omaggiando così il patrimonio naturale, diffondendo di conseguenza la storia della Torre. I percorsi verranno attrezzati con tabelle descrittive.

Scendendo verso il sud- Italia ci ritroviamo nella splendida Isola di Caporizzuto, in provincia di Crotone, parliamo in particolare delle “Dune di Sovereto”. Una località colma di potenzialità naturali in cui si punterà al ripristino dei sentieri e delle infrastrutture turistiche presenti. Successivamente facendo un tuffo nel mar Jonio, immergendoci nella località di Pisticci, in provincia di Matera (Basilicata), il progetto investirà il ricavato all’interno della Zona di Protezione Speciale “Costa Ionica Foce Cavone”. Un luogo ricco di fauna e flora, un territorio caratterizzato da dune, sulle quali si punterà a costruire una passerella in legno sollevata da terra, in modo da rendere la zona facilmente accessibile anche a persone con mobilità limitata.

L’intenzione è quella di costruire un itinerario con cartellonistica e istaurare una tettoia in legno, aperta sui quattro lati, rendendola così, un possibile ritrovo usufruibile per attività educative e ambientalistiche. Infine, facciamo ritorno nel territorio campano, in particolare ci troviamo all’interno dell’Oasi Dei Variconi, un’area protetta situata nel Comune di Castel Volturno. Quest’ultima rappresenta un vanto per il territorio locale, essendo meta di uccelli migratori, e in generale caratterizzata da una molteplice vastità di fauna e flora. L’intento è quello di riqualificare e valorizzare il territorio tramite la costruzione di due capanni di Birdwatching. Inoltre si intende rendere libera l’area da qualsiasi attività di bracconaggio.

Il progetto iniziato il 25 giugno 2019, terminerà il 15 gennaio 2020. Quest’iniziativa nasce con l’obiettivo di raggiungere l’ingente somma di 134.000 euro.

Inoltre bisogna sottolineare che Intesa San Paolo è coinvolta in questo progetto in ambito nazionale. Chiacchierando con il Direttore della Banca Intesa San Paolo situata nel Comune di Castel Volturno, Gianluca Cioffi, ci spiega che la loro filiale ha scelto di partecipare in modo attivo a questo progetto, organizzando il 23 agosto 2019, una giornata dedicata alle donazioni. Il Direttore esprimendo il suo parere in merito ha affermato che quest’iniziativa ha avuto delle buone risposte ed oltre ad una giornata di raccolta fondi, quella del 23 agosto è sicuramente divenuta una giornata di “conoscenza” per tutti coloro i quali non erano informati sulla presenza della filiale in questo territorio. Un’occasione per promuovere il territorio dal quale si sono ricavati circa 2.800 euro, con donazioni ricevute anche da nomi noti come quello dell’ex giocatore del Napoli Marek Hamsik.

Ad oggi, prematuramente e inaspettatamente il progetto ha raggiunto l’obiettivo ben oltre la cifra prestabilita. Di questo bisogna andarne fieri, pur avendo la possibilità di rendere anonima la donazione, queste persone devono sapere che hanno contribuito a risollevare territori con grandi potenzialità, incrementando magari in un futuro, l’attività turistica.

 

di Clara Gesmundo

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°199
NOVEMBRE 2019

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *