menopausa amelia forte

INTERVISTA. Menopausa senza vergogna, i consigli della dott.ssa Amelia Forte

Fernanda Esposito 17/10/2022
Updated 2022/10/17 at 11:27 AM
5 Minuti per la lettura

Ancora oggi, parlare della menopausa rimane un tema scottante essendo un periodo critico; è necessario, dunque, che tutte le donne sappiano che è possibile godersi questa fase, che non bisogna nascondersi o vergognarsi, ma che bisogna andare dal ginecologo per ricevere le cure necessarie per affrontare la menopausa nel migliore dei modi. Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Amelia Forte, specialista in ginecologia ed ostetricia, attiva nel campo della ricerca e autore di pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali.

Dott.ssa Forte, che cosa si intende per menopausa? Come possiamo definirla?

«La menopausa è un passaggio fisiologico, naturale e delicato, il cui inizio coincide con il termine della fase fertile e che dura, in media, almeno un terzo della vita di ogni donna. Si presenta in genere tra i 48 e i 55 anni ed è caratterizzata dalla scomparsa delle mestruazioni da oltre un anno».

Quali sono i sintomi principali?

«Le vampate, le sudorazioni, l’insonnia, le alterazioni dell’umore, l’aumento di peso, cambiamento della vita sessuale, la stanchezza, il percepire minor “voglia di fare” sono tra le conseguenze più frequenti e conosciute. Accanto a queste troviamo anche una maggior incidenza di patologie cardiovascolari, l’aumento del rischio di depressione, fragilità ossea, aumento del rischio di malattie neurodegenerative, atrofia vaginale e molto altro».

Qual è il segreto per affrontare la pre-menopausa e menopausa in maniera efficace e serena?

«Il progresso socioculturale e la scienza medica hanno migliorato la qualità della vita delle donne in menopausa. È vero, il tempo non si può fermare. Ma le donne di oggi sono più propense ad affrontare questa fase con spirito positivo e leggerezza. A rischio, dunque, è la qualità della vita delle donne over 40 e 50, che oggi, nel pieno della vita lavorativa e produttiva, cercano risposte mirate e puntuali ai propri problemi. Non possiamo oggi pensare alla donna in menopausa come abbiamo sempre fatto. Le 50enni di oggi sono donne attive, ancora nel pieno della vita lavorativa e produttiva. Sono donne consapevoli del loro fascino più “maturo” e non vogliono rinunciare, per esempio, ad avere una vita sessuale attiva e appagante. Grazie alle nuove tecnologie di cura, oggi non è più necessario imparare a “convivere” con le problematiche tipiche di questa fase».

Qual è la terapia convenzionale della menopausa?

«Nel controllo dei sintomi postmenopausali, vengono spesso utilizzati farmaci o preparati non ormonali, dotati di un’azione simile a quella degli estrogeni. Per questo motivo, vengono definiti fito-estrogeni o estrogeni naturali. Il più conosciuto e utilizzato è la soia. L’utilizzo di questa sostanza nella terapia dei disturbi della menopausa, nasce dalla considerazione che le donne orientali presentano tassi minori di osteoporosi. Altri rimedi naturali che vengono proposti sono il trifoglio rosso o l’assunzione di preparati a base di cimifuga racemosa, una pianta originaria del Nord America che ha la capacità di contrastare soprattutto le vampate di calore.
La terapia ormonale sostitutiva (TOS) in menopausa consiste nel ridare alla donna gli ormoni sessuali. Sostanzialmente si tratta di assumere estrogeni, che però devono essere somministrati insieme al progesterone o a sostanze ad azione similare per proteggere l’utero. L’introduzione di questi ormoni permette di contrastare molti dei sintomi e/o delle problematiche derivati dallo stato menopausale. La terapia per la menopausa va personalizzata in base ai sintomi ed alle esigenze della paziente».

Quanto è importante la prevenzione?

«Io direi più che importante: è fondamentale! La terapia precoce riduce significativamente i sintomi».

Ci sono progetti o attività di prevenzione legate alle donne in menopausa sul territorio?

«C’è in cantiere un progetto molto interessante. Il percorso menopausa potrebbe seguire le donne durante tutto il periodo della menopausa, dai primi sintomi fino alla risoluzione dei disturbi e delle patologie insorte, attraverso un piano di cura altamente personalizzato e le competenze di un’équipe multidisciplinare di specialisti: Specialista in Ginecologia e Ostetrica, che attraverso una Consulenza Menopausa e visite Ginecologiche seguirà la paziente durante tutto il percorso, la Fisioterapista esperta nella Riabilitazione del Pavimento Pelvico, la sessuologa – psicologa, l’endocrinologo».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *