#InformEURO2020 – Vince l’Italia e vola in semifinale!

164
informareonline-italia-semifinale
Pubblicità
Vince l’Italia contro i numeri 1 del ranking UEFA e si qualifica  per la semifinale di EURO2020

Sono stati novanta minuti (più 6 di recupero) di bel gioco e sofferenza, ma alla fine l’Italia ha battuto il Belgio e si è qualificata per la semifinale di EURO2020. Dopo i primi 25 minuti in cui le squadre si sono studiate con continui ribaltamenti di gioco, l’Italia ha saputo imporre il proprio gioco.

Lo aveva detto il mister, Roberto Mancini, che la partita contro l’Austria sarebbe stata la più difficile e così è stato. Il Belgio, da anni numero 1 del Ranking europeo, si è dovuto piegare al bel gioco espresso dagli azzurri. “Siamo stati bravi e coraggiosi, i ragazzi hanno giocato benissimo e ci manca anche qualche gol”. Queste le parole di Mancini alla fine della partita, solo complimenti per i suoi giocatori a cui è riuscito a trasmettere soprattutto la mentalità di giocarsela fino in fondo senza paura.

Pubblicità

Si temeva la fisicità dei Diavoli Rossi: i centimetri ed il peso specifico maggiore rispetto ai nostri ragazzi. Invece, con la loro fluidità ed le giocate ragionate, tutti hanno saputo dare la loro impronta alla partita.

Tutti nel primo tempo i gol del match

Ad aprire le marcature il gol di Bonucci al 16′, poi annullato dal VAR per fuorigioco. Un primo squillo ad impensierire le retrovie belghe, l’Italia c’è ed e forte.

Il gol di Barella al 31′ restituisce fiducia e spinta alla squadra e dopo appena tredici minuti (44′) ci pensa Insigne a confermare l’ottimo momento del collettivo: dribbling su Tielemans e destro a giro che si insacca in fondo alla rete alle spalle di Courtois. Marchio di fabbrica del napoletano che stasera è stato premiato come Star of the Match. Al 47′ il Belgio accorcia le distanze con un rigore concesso per il fallo di Di Lorenzo su Doku, sul dischetto Lukaku che trasforma con un un tiro centrale.

Il secondo tempo riprende da dove li aveva lasciati. l’Italia non ha perso mordente attaccando gli spazi e concedendo forse qualche ripartenza pericolosa. I cambi di mancini ancora una volta sono serviti a cambiare il volto della squadra senza snaturarne l’identità, al 74′ escono Verratti e Immobile ed entrano Cristante e Belotti ma dopo pochi minuti Spinazzola si infortuna e chiede la sostituzione. Al suo posto Emerson Palmieri e Mancini ne approfitta per far entrare Cristante al posto di Insigne, l’ultimo cambio arriva a recupero ormai iniziato: fuori Chiesa e dentro Toloi cambiando lo schieramento in campo in un ideale 3-5-1-1.

Lacrime per Spinazzola mentre viene portato via in barella

Si sospetta la rottura del tendine d’Achille per il giocatore che dopo un allungo si è accasciato a terra dolorante. Nel caso venisse confermata la diagnosi, potrebbe restare fuori dai campi di gioco fino a sei mesi. In ogni caso per lui ormai l’Europeo finisce qui, con grande rammarico per tutti date le sue buone prestazioni ed il supporto che ha saputo dare alla squadra fino ad oggi. Messaggi di incoraggiamento e auguri stanno arrivando al giovane da parte di tutti.

Appuntamento a martedì 6 luglio per la semifinale

L’Italia dovrà incontrare in semifinale la Spagna che nel match delle 18 ha battuto la Svizzera, vera outsider della competizione. La partita si è decisa ai rigori dopo un match equilibrato e combattuto.

Per dovere di cronaca, le squadre si sono inginocchiate ad inizio partita per solidarietà verso il movimento contro il razzismo Black Lives Matter. Pur non avendolo fatto in precedenza, gli azzurri questa volta hanno aderito per solidarietà verso il Belgio.

di Alessandra Criscuolo

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità