#InformEURO2020: Ungheria-Francia, pareggio per i Campioni del Mondo

197
informareonline-euro-2020
Pubblicità

La Francia, Campione del Mondo in carica, cerca la vittoria per la qualificazione contro l’Ungheria.

Il match sulla carta sembra facile per i transalpini. Il CT dell’Ungheria, Marco Rossi, ripropone il 3-5-2 visto con il Portogallo, con Adam Szalai e Sallai davanti.
Per la Francia scende in campo la stessa formazione che ha battuto la Germania, schierando il super tridente Mbappé, Griezmann e Benzema. L’unica novità è Digne a sinistra.

Fischio d’inizio

È il signor Oliver, arbitro inglese, a dare il fischio d’inizio. La Francia impone subito il suo gioco ma, spinta dal pubblico casalingo, l’Ungheria si presenta comunque aggressiva pur mantenendo la linea difensiva bassa. Al 14′ Gulacsi, dice no al diagonale di Benzema, servito al limite da Mbappé. Poi Griezmann arriva e il portiere ungherese para ancora. Il pericolo sarebbe scampato comunque per la formazione di casa, l’attaccante blaugrana era in posizione di fuorigioco.

Pubblicità

Infortunio per Adam Szalai

La Francia con pazienza cerca spazi, soprattutto con percussioni centrali: al minuto 17 un cross di Digne da sinistra favorisce un colpo di testa di Mbappé che finisce però fuori di un soffio.
Al 24′ il gioco è fermo per una botta alla testa per il capitano ungherese Adam Szalai che è costretto a lasciare il campo lasciando posto a Nemanja Nikolić.
Scorre il cronometro, alla mezz’ora Mbappé riceve in area e lavora un pallone d’oro per Benzema che, arrivando da dietro tutto solo, mette incredibilmente a lato. La Francia sembra non riuscire a sfondare il muro ungherese nonostante il controllo del gioco.

Vantaggio per l’Ungheria

Nel recupero della fine del primo tempo l’Ungheria passa clamorosamente in vantaggio.
Grande scambio tra Sallai e Fiola che approfitta del ritardo di Varane per entrare in area e battere Lloris in uscita. Finisce così il primo tempo, il pubblico di Budapest è in delirio in questo momento.

Il secondo tempo

La Francia Campione del Mondo si trova sotto dopo la prima frazione contro una solida Ungheria. Per i transalpini solo un paio di occasioni ben orchestrate e tanta fatica nel costruire pericoli reali. Il secondo tempo ricomincia con la Francia riversata da subito in avanti mentre l’Ungheria tenta di difendere e rallentare il ritmo.
Al 57′ arriva la prima sostituzione per la Francia: fuori Adrien Rabiot e dentro Ousmane Dembélé. 2 minuti dopo è proprio lui, con uno spunto a destra, e un gran tiro da appena dentro l’area a far provare il primo brivido della ripresa a Gulacsi. Il tiro però colpisce un palo pieno.
L’Ungheria fatica a tenere palla in avanti e il pubblico strepitoso sugli spalti cerca di sostenere i connazionali.

Il pareggio della Francia

È al 66′ che Antoine Griezmann pareggia. Mbappé difende bene la palla e crossa in mezzo, Orban respinge male, arriva Griezmann che col mancino la piazza in rete.
Arrivano altri due cambi nella Francia: fuori Karim Benzema e Paul Pogba che vengono sostituiti rispettivamente da Olivier Giroud e Corentin Tolisso.
Negli ultimi 10 minuti di gioco, l’Ungheria prova a contenere le avanzate francesi, le squadre sembrano davvero stanche in campo. Al minuto 82 Gulacsi si rende protagonista con una grande risposta sul mancino potente e ravvicinato di Mbappé. L’Ungheria è sempre rintanata dietro la linea di centrocampo mentre la Francia è tutta distesa in avanti.
A 3 minuti dalla fine infortunio per Dembélé che lascia il posto a Thomas Lemar.
L’ultima speranza della Francia viene affidata al mancino di Griezmann che, su punizione, tira verso la porta di Gulacsi il quale respinge in qualche modo.

Finisce così la sfida alla Puskas Arena. L’Ungheria conquista un’impresa e rallenta la Francia di Deschamps.

di Rossella Schender Francesco Cinquegrana

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità