#InformEURO2020: l’Inghilterra vince e raggiunge gli azzurri in finale

128
informareonline-euro-2020
Pubblicità

L’Inghilterra continua a volare sulle ali dell’entusiasmo. Nella bolgia di Wembley gli uomini di Southgate fermano la Danimarca ed accedono alla finale di EURO2020.
Il percorso dei biancorossi, iniziato con la paura per il malore di Eriksen, si conclude con uno straordinario posizionamento tra le migliori quattro del torneo.

Nessuna sorpresa nelle formazioni iniziali, con Saka che prende il posto di Sancho sulla trequarti inglese. Per la Danimarca invece c’è il talento di Damsgaard e Dolberg, supportati da Braithwaite.

Pubblicità

Dopo una prima fase di studio, allo scoccare della mezz’ora a passare in vantaggio sono gli ospiti. Damsgaard calcia una punizione dai trenta metri che scavalca la barriera e finisce alle spalle di Pickford, apparso leggermente in ritardo.
I Tre Leoni però rimettono subito la testa avanti. Passaggio geniale di Kane che taglia la difesa avversaria e permette a Saka di mettere in mezzo per Sterling.
L’esterno del City viene anticipato da Kjaer, che non riesce ad evitare l’autorete.

Nel secondo tempo entra in scena Schmeichel: il figlio d’arte tiene a galla i biancorossi in diverse occasioni con le sue parate, impedendo a Maguire, Mount e Kane di trovare il gol.
I danesi ci provano senza troppa convinzione e non riescono ad evitare i tempi supplementari.

I cambi operati da Southgate rivitalizzano gli inglesi, che fin dall’inizio del primo tempo supplementare spingono sull’acceleratore. Al 102′ Sterling semina il panico all’intero dell’area di rigore e subisce fallo: per l’arbitro è calcio di rigore.
L’episodio farà discutere, non solo per l’entità del contatto, ma soprattutto per la presenza di due palloni nella stessa area in cui si stava sviluppando l’azione. La Danimarca si aggrappa nuovamente alle mani di Schmeichel, che riesce ad ipnotizzare Kane dagli undici metri ma non può nulla sulla ribattuta del numero nove.
Gli inglesi, supportati dai tantissimi supporter sugli spalti, si limitano a difendere ed indirizzano la gara sui binari a loro favorevoli.

L’ultimo ostacolo per l’Italia di Mancini per arrivare al trionfo sarà l’Inghilterra, sostenuta da una stampa inglese già sicura di arrivare alla vittoria. Tocca a noi rovinargli la festa.

di Marco Polli

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità