La redazione di Informare ospita il sindaco di Castel Volturno

Nella giornata di ieri, il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo è stato ospite della redazione di Informare per un confronto chiarificatore su precedenti malintesi avvenuti sui social network. Durante l’incontro, prolungatosi per varie ore, sono stati affrontati diversi argomenti, tra cui la questione relativa al bando di gara dei Rifiuti Solidi Urbani (RSU) e a quello mancato di “Benessere Giovani”, alle assunzioni della Senesi e all’attuale situazione dell’IMAT (Italian Maritime Academy Technologies), sui quali da tempo c’erano opinioni diverse. Su molte di queste, anche chiarendosi, si è rimasti sulle proprie posizioni.

Il sindaco, in modo molto amicale, ha raccontato delle vicende giudiziarie che lo hanno interessato, dimostrando un grande rammarico e tanta amarezza che riguardavano più la sfera personale che quella istituzionale. Russo si è aperto alla nostra associazione affinché, una volta entrati in possesso degli atti, si possa fare una corretta informazione, evitando che altri possano farne un’indebita strumentalizzazione.

Con molta onestà, il sindaco ha ammesso la situazione critica in cui versa il territorio da lui amministrato, della mancanza dei mezzi, delle risorse, dei risultati ed infine dell’endemico deficit informativo del Comune.

Abbiamo rinnovato la nostra disponibilità come associazione e organo di informazione per la massima collaborazione istituzionale ma rivendicando come principi imprescindibili la nostra indipendenza e la libertà informativa.

Seguirà una sintesi dell’incontro sul prossimo numero di Informare del mese di luglio.

di Fabio Corsaro

Foto di Carmine Colurcio

About Fabio Corsaro

Ho 22 anni e da quasi 3 primavere sono giornalista pubblicista. Dirigo la splendida redazione di Informare, di cui faccio parte dai miei teneri 16 anni. Sono laureato presso l’Università di Salerno in Scienze della Comunicazione e, in virtù della specialistica, mi appresto a fare esperienze internazionali (non ricordatelo a mia mamma). Per il resto avanti con un detto che non muore mai… Per aspera ad astra!