Edoardo De Angelis sceglie come set Castel Volturno

L’opera meritoria di Edoardo De Angelis è stata quella di raccontare Castel Volturno senza cadere nel facile cliché della malavita organizzata e l’immigrazione clandestina, esaltando le molteplici sfaccettature di un territorio complesso, con i suoi pregi e i suoi difetti, osservato con gli occhi di chi non cede al pregiudizio ma coglie le realtà così com’è.

Con “Il Vizio della speranza” il regista casertano porta a compimento un ciclo di film che hanno esportato nel mondo l’immagine di un contesto che avrebbe meritato maggiore attenzione dai media e non solo sensazionalismo deleterio.

Per chi ha avuto la possibilità di vivere quei luoghi da vicino, riconoscerà nelle immagini del film le tipiche baracche che sorgono sul Volturno utilizzate dai pescatori, dove si erigono mastodontiche le reti dei tipici “cala cala”. Il rimessaggio dei Venosa a poche decine di metri dalla foce ed ancora strade sfigurate di una desolata periferia che stridono con la bellezza del vicino scenario naturalistico. Sullo sfondo le acque del Volturno che accompagnano le storie dei protagonisti.

Il film racconta la storia di Maria (Pina Turco), giovane donna a cui la vita ha tolto ogni speranza, che accompagna sul fiume Volturno prostitute nigeriane che affittano l’utero per sopravvivere.

La profonda riconoscenza verso il territorio castellano ha spinto il regista – come fece anche per la pellicola “Indivisibili” –  ad organizzare lo scorso 24 Novembre la prima del nuovo film presso il Cinema Bristol ubicato in località Pinetamare. La sala gremita in ogni ordine di posto ha rappresentato il giusto tributo verso un’opera molto attesa. Intervenuti il regista Edoardo De Angelis, i protagonisti Pina Turco, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, la piccola Nancy Colarusso, Imma Mauriello e il produttore Pierpalo Verga. Assente l’altra protagonista Patrizia Donadio.

Qualche giorno prima, invece, si è svolta una suggestiva conferenza stampa, voluta fortemente da De Angelis nei stessi luoghi che hanno accolto le riprese del film.

“Il vizio della Speranza”, distribuito da Medusa, è uscito in tutte le sale il 22 Novembre ed è reduce da un periodo fortunatissimo che lo ha visto trionfare al Festival del Cinema di Roma e conseguire i premi per miglior regia e miglior attrice protagonista al Tokyo International Film Fest. Al film è accompagnato il

romanzo omonimo edito da Mondadori.

Tratto da Informare N°188 Dicembre 2018

Print Friendly, PDF & Email