Il vero, il falso o il superfake?

informareonline-il-vero-il-falso (2)

Dai primordi dell’umanità, il confine tra vero e falso tra realtà e illusione è apparso piuttosto labile.

Sono gli occhi e la ragione a plasmare il reale. Ovviamente il vero, spesso, è nascosto, bisogna scovare in fondo e cercarlo. Questo è uno dei problemi che più attanagliano l’esistenza umana: la ricerca del vero.

La realtà spesso è avvolta, nascosta e aggrovigliata in complesse mistificazioni e costruzioni artefatte. Ciò però non la rende irraggiungibile. D’altronde è la natura stessa ad essere di per sè mutevole e camaleontica

C’è da ammettere che noi umani, siamo la sola specie capace di modificare la propria natura, alterando radicalmente l’identità e ridisegnando il corpo. Certamente giocano un ruolo fondamentale, in tal senso, il libero arbitrio e l’autodeterminazione. Mimetismo, metamorfismo sono processi intrinsechi della natura stessa, ma ad oltrepassare il limite è soltanto l’uomo.

Ma chi può dire cosa sia giusto e cosa sia sbagliato? Cosa sia normale e cosa sia perverso? In che misura possiamo giudicare e perché?

Labbra a canotto, zigomi super alti, carni bucate dai piercing sono ormai divenute pratiche quotidiane.

Pertanto, tutto è ormai ben accetto nel sistema fashion, anzi, c’è molta più verità in travestimenti estremi che nella normalità… forse perché il travestimento, il cambiamento è espressione della propria anima?

Beh, l’eccesso è un’attività super umana, per cui è inutile fare i falsi moralisti, ognuno interpreta e ricerca il vero indistintamente.

di Nunzia Gargiulo

Print Friendly, PDF & Email