informareonline-il-teatro-san-carlo-per-lucraina-lo-spettacolo-raccolta-fondi-a-favore-dei-profughi-di-guerra

“Il Teatro San Carlo per l’Ucraina”: lo spettacolo/raccolta fondi a favore dei profughi di guerra

Luisa Del Prete 11/03/2022
Updated 2022/03/17 at 10:41 AM
3 Minuti per la lettura

In scena dal 5 al 10 marzo al Teatro San Carlo di Napoli, lo spettacolo “I Maestri del XX secolo” di George Balanchine e Kenneth MacMillan. Organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli, in particolare con l’assessorato alle politiche sociali, la Croce rossa italiana Comitato di Napoli e il consolato generale dell’Ucraina, l’incasso dell’ultima serata di ieri sarà interamente devoluto ai profughi di guerra provenienti dall’Ucraina.

Un messaggio di pace e solidarietà lanciato nel Teatro più importante della città di Napoli e che è, da sempre, un luogo di incontro per tutte le culture europee. Un luogo che, attraverso l’arte, unisce e rende sorelle tutte le nazioni europee. Un’istituzione culturale che ha voluto mandare un forte segnale, promuovendo una serata all’insegna dell’arte, per aiutare coloro che stanno vivendo un terribile e drammatico momento nella guerra alle porte dell’Europa.

informareonline-il-teatro-san-carlo-per-lucraina-lo-spettacolo-raccolta-fondi-a-favore-dei-profughi-di-guerra

Una splendida iniziativa quella messa in atto dalla Direttrice Generale, Emmanuela Spedaliere, dal sovrintendente Stéphane Lissner in collaborazione con la croce rossa italiana. “Ancora una volta il Teatro San Carlo e la Città di Napoli dimostrano la propria umanità oltre ad avere sempre un grande cuore”, dichiara Paolo Monorchio, presidente CRI Napoli.

Lo spettacolo si apre con un appello alla pace e alla solidarietà da parte di Karina Samoylenko, ballerina del corpo di ballo, italiana nata da madre ucraina e padre russo: “Sono nata in Italia, ma mia madre è ucraina e il mio papà è russo e per questo mi sono sempre sentita un po’ speciale. In questo momento di conflitto vorrei mandare un messaggio di pace. Io, come tanti, sono la dimostrazione di quanto può nascere dall’amore di questi due paesi. Ci tengo tantissimo a ringraziare tutto il Teatro per l’iniziativa di solidarietà che sta promuovendo, con l’augurio che tutto possa finire presto”.

informareonline-il-teatro-san-carlo-per-lucraina-lo-spettacolo-raccolta-fondi-a-favore-dei-profughi-di-guerra

“Il Teatro San Carlo per l’Ucraina”: un’iniziativa benefica che ha non solo meravigliato il pubblico per la bravura e l’armonia dei corpi di ballo in scena, ma ha anche scaldato il cuore di ogni spettatore per l’emozione della causa e perché, seppur a chilometri di distanza, bisogna essere vicini ad un popolo che sta vivendo un dramma che sta lacerando un’intera nazione. Ancora una volta: Slava Ukraini!

ph. Ciro Giso

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *