sistema scolastico italiano

Il sistema scolastico italiano è ancora lontano dagli standard europei

Paolo Cutillo 24/01/2023
Updated 2023/01/24 at 2:50 AM
4 Minuti per la lettura

Nelle ultime settimane ha fatto molto scalpore l’episodio della famiglia finlandese che, a due mesi dall’arrivo nel nostro paese, ha deciso di lasciare Siracusa e la Sicilia per una serie di motivi, uno su tutti l’inadeguatezza del sistema scolastico Italiano. A scatenare i maggiori dubbi sono stati sia il metodo pedagogico che quello strettamente organizzativo della scuola italiana, con la forte critica sulla scarsa presenza di pause all’aria aperta per gli studenti, sui metodi di insegnamento un po’ troppo severi e rétro e sulla scarsa sicurezza, anche cittadina, che non permetteva ai bambini di rincasare in modo autonomo. Ma quali sono le reali differenze che esistono con i diversi sistemi scolastici europei?

Italia ed Europa: differenze tra i diversi sistemi scolastici

I sistemi scolastici europei variano notevolmente tra loro, ma in generale possono essere divisi in due categorie: quelli basati sull’apprendimento per gradi e quelli sull’apprendimento per materie. Il sistema scolastico italiano appartiene alla prima categoria, con la suddivisione in scuola primaria, scuola secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado. Paesi come la Francia e la Germania, invece, utilizzano la seconda tipologia di sistema menzionato.

In altri stati europei, come la Svezia, l’educazione è addirittura gratuita, mentre in Italia persistono ancora delle tasse scolastiche. Anche il numero di anni di istruzione obbligatoria varia, con alcuni paesi che richiedono fino a 12 anni di scuola obbligatoria. In generale, il sistema scolastico italiano è più rigido rispetto a quello di altri paesi, con meno flessibilità nella scelta delle materie e un maggiore peso dato alle valutazioni, ma è anche considerato uno dei migliori per profondità di apprendimento.

Le lacune del sistema scolastico italiano, tra critiche ed elogi

Dopo l’episodio che ha interessato la famiglia finlandese, molte sono state le critiche che hanno riguardato soprattutto due punti: i pochi spazi aperti per la socializzazione degli studenti e i rarissimi momenti di svago per gli stessi. Ma quali sono le opinioni degli Italiani in merito alla questione? Il 67% circa dei genitori è poco soddisfatto dello scarso tempo dedicato all’aggregazione tra studenti, ma gli altri elogiano il sistema italiano, considerandolo fra i migliori in termini di formazione sia per la quantità che per la qualità dell’offerta pedagogica.

Pro e contro del sistema scolastico italiano

Tuttavia, il sistema scolastico italiano è da sempre oggetto di critiche per rigidità e mancanza di flessibilità, le quali rendono difficile per gli studenti adattarsi ai cambiamenti e alle esigenze del mercato del lavoro. Ma è anche elogiato ed apprezzato nel mondo per la sua attenzione alla cultura e alla formazione umanistica, con un 12% di studenti stranieri, dato ancora oggi in crescita. Nonostante i diversi apprezzamenti nei confronti della scuola italiana, l’episodio della famiglia finlandese conferma come il sistema del nostro paese sia ancora lontano dagli standard europei.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *