Il Silmarillion – Miti di ere passate

30
informareonline-silmarillion-1

Qualche tempo fa su queste pagine mi è venuto in mente di addentrarmi nel trash letterario e recensire un libro dello scrittore più commerciale di tutti-James Patterson alias “Il mio nome lo trovi anche sui libri che vendono al supermercato”- e, sorpresa, mi è anche piaciuto. Ho pensato quindi di tentare la sfida opposta: cercare un libro il più anti-commerciale possibile che fosse anche un best-seller.

informareonline-silmarillionEssendo un fan della Terra di Mezzo, Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien ha fatto presto capolino (è dopotutto il libro che ha venduto più copie al mondo dall’invenzione del copyright)… ma ho deciso di andare oltre, e ripescarne il prequel: il Silmarillion. 

Pubblicato nel 1977, esso è una raccolta di storie antecedenti al Signore degli Anelli che Tolkien iniziò nel 1917 in un ospedale del fronte occidentale della Grande Guerra, continuando a lavorarvi per tutta la vita finché non venne terminata dal figlio Christopher quattro anni dopo la sua morte. E diciamo ‘terminata’ per modo di dire, perché poi Christopher ha preso a pubblicare diverse storie del Silmarillion (La Caduta di GondolinI Figli di HùrinBeren e Lùthien) in forma di romanzo, raccogliendo tutte le svariate versioni di queste storie che il padre aveva scritto negli anni e che lui aveva tentato di fondere in racconti coerenti nel Silmarillion. 

informareonline-Christopher-Tolkien
Christopher Tolkien

E infatti, leggendo il Silmarillion, quest’opera di rielaborazione è alquanto evidente. Eventi si contraddicono e si sovrappongono, e spesso le cose cambiano quando vengono raccontati a posteriori in un racconto successivo.

Tutto ciò rende il Silmarillion, purché intrigante, una lettura più difficile del Signore degli

informareonline-tolkien

Anelli, anche perché mancano protagonisti e obbiettivi comune, di storia in storia. L’unico filo conduttore è Morgoth, il dio minore maestro di Sauron e primo Signore Oscuro, e la sua lotta contro gli Elfi per il controllo della Terra di Mezzo attraverso i millenni. Perché, infatti, il Silmarillion tenta di raccontare tutta la storia della Terra di Mezzo dalla creazione del mondo sino al Signore degli Anelli…in un numero di pagine tre volte più piccolo. 

Ma il Silmarillion non è mai stato concepito da Tolkien come un vero e proprio racconto. Semmai una cosmogonia, una raccolta di leggende orali e scritte che, per la natura stessa delle leggende, non sono mai uguali di volta in volta. Ed è infatti in questo, che riesce. Per tirare fuori i popcorn toccherà aspettare la serie di Amazon, non disperate. 

di Lorenzo La Bella 

Print Friendly, PDF & Email