La recente Conferenza dei Servizi convocata dal Commissario Straordinario, Ing. Francesco Floro Flores, e tenutasi proprio a Bagnoli, presso la struttura identificata come “Porta del Parco”, è stato un momento fondamentale per rendere operativo il Programma di Risanamento Ambientale e Rigenerazione Urbana (PRARU) di una delle aree potenzialmente più interessanti della città di Napoli.

L’importanza dell’avvenimento lo descriviamo citando alcuni passaggi del discorso dell’ing. Floro Flores:

“La Conferenza dei Servizi abiliterà il Commissario e Invitalia finalmente ad operare, in quanto saranno definite fondamentalmente le destinazioni d’uso e, in base ad esse, la possibilità di definire in maniera univoca la bonifica… indichiamo con questo PRARU quelle che sono state le sollecitazioni degli indirizzi del Comune, della Regione, di tutti gli enti che hanno partecipato ai tavoli tecnici, l’indicazione delle aree fondiarie, la consistenza di queste, le relative destinazioni d’uso e lo sviluppo di tutte le volumetrie utilizzabili. Stiamo parlando di 1 milione e 600 metri cubi di volumetrie che andranno ad incidere su quest’area… Abbiamo il PRARU, abbiamo una disponibilità finanziaria. Nella delibera CIPA del 4 aprile 2019 sono stati conferiti 320 milioni di euro al progetto Bagnoli. Il Commissario e Invitalia in questo momento hanno la disponibilità finanziaria di altri 70 milioni di euro, ai quali si potrebbero aggiungere 42, 43 milioni disponibili nel Comune per la bonifica a mare e un’altra trentina di milioni che la Regione ha disponibili per attività relative a fognature insistenti all’interno del sito SIN… si arriva a circa 500 milioni di euro disponibili”.

Le esperienze passate ci insegnano ad attendere dei riscontri durante l’esecuzione dei lavori: solo in tale fase riusciremo a comprendere la tempistica, parametro fondamentale per il buon esito di tutto il Programma. Tali volumetrie e tanta disponibilità finanziaria hanno già da tempo attirato l’attenzione dei gruppi malavitosi, ma, fortunatamente, anche le Procure agiranno sicuramente in maniera preventiva. Spetta a tutti noi fare anche la nostra parte: denunciare, denunciare, denunciare i delinquenti e chiunque voglia appropriarsi di un bene comune così strategico. Citando Joe Sarantaro (alias di Eduardo Bennato) e i Blue Staff con riferimento proprio a Bagnoli/Coroglio:

“Lieve ‘e mmane alloca! Nun tuccà Coroglio…”

Per saperne di più: https://www.invitalia.it

 

di Angelo Morlando

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°197
SETTEMBRE 2019

Print Friendly, PDF & Email