informareonline-elabora

Il primo anniversario di “Elabora Quartieri Spagnoli”

Redazione Informare 07/10/2019
Updated 2019/10/07 at 11:23 AM
3 Minuti per la lettura

Elabora Centro Studi Quartieri Spagnoli è una piccola aula studio nel cuore del quartiere ideata e realizzata dall’associazione Hermes Turismo e Beni Culturali.

Da circa un anno, Elabora porta nel cuore di Napoli libri di storia dell’arte, archeologia, letteratura, storia e cultura partenopea con una sezione interamente dedicata ai Quartieri Spagnoli.  Elabora è ad accesso gratuito, uno spazio dove poter parlare e confrontarsi, dove fare ricerca e realizzare progetti, un laboratorio dinamico riempito dalla vitalità dei ragazzi di Discovering-Qs.

Su una piccola biblioteca nel cuore dei Quartieri Spagnoli forse pochi avrebbero scommesso.

Elabora può essere raccontata in tanti modi attraverso i libri che raccoglie, attraverso gli incontri con amici, colleghi, attraverso le storie dei ragazzi di Discovering QS che qui hanno realizzato la prima mappatura delle edicole votive del quartiere, o attraverso l’incontro con i Guerrilla Spam e la realizzazione dell’edicola, o ancora attraverso la mostra fotografica al PAN che ha raccontato “vita, morte e miracule” delle edicole nei Quartieri Spagnoli.

informareonline-elabora-1

Elabora può essere raccontata in tantissimi modi, perché tantissime sono state le occasioni di questo primo anno di vita. È stata una sala aperta a tutti, a volte sporca di colori, con i tavoli invasi di libri, immagini e ritagli di giornale, cresciuta anche grazie alle donazioni, con le pareti che ogni mese avevano uno scaffale in più.

Elabora è stato un progetto di pancia e di cuore, ed è arrivata veloce al suo primo anno di vita.

Il 6 aprile la prima biblioteca dei Quartieri Spagnoli compie un anno ed è diventata quella che si sperava: un luogo di confronto e di crescita.
Il primo compleanno segna un po’ il primo traguardo, il primo step in cui ci si volta a guardare indietro. I ragazzi di Elabora lo hanno fatto, hanno guardato alle loro spalle e si sono sentiti orgogliosi dei ragazzi, degli amici e soci che hanno sostenuto e incoraggiato il progetto.

Poi però hannoguardato avanti, ed hanno deciso di salire su questo primo gradino per uno slancio Hermes, sempre pronti per una nuova meta.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *