Il nuovo protocollo di Serie A: come verrà gestita la pandemia nel 2022

147
informareonline-il-nuovo-protocollo-di-serie-a-come-verra-gestita-la-pandemia-nel-2022
Pubblicità

A pochi minuti dall’avvio di Sampdoria-Cagliari, il Consiglio di Lega di Serie A ha pubblicato il nuovo protocollo per la gestione dei casi di positività al Covid-19 e il rinvio delle gare del campionato. A seguito, quindi, delle numerose polemiche relative al rinvio dell’intera giornata, sono stati disposti dei nuovi criteri da adoperare. L’obiettivo è quello di dare uniformità alle decisioni di rinvio e non di un match.

Il criterio minimo

Innanzitutto è stato stabilito che le partite si giocheranno se le squadre presentano un numero minimo di almeno 13 giocatori negativi (tra cui un portiere). Qualora i calciatori, in queste condizioni, non dovessero presentarsi in campo, sarà automaticamente un 0-3 a tavolino e un punto di penalizzazione in classifica. La decisione fa riferimento a tutti i professionisti e ai soli problemi relativi alla positività al Covid-19. Sono compresi quindi infortunati, squalificati e giocatori della Primavera (purché nati entro il 31 dicembre 2003).

Pubblicità
L’ultima parola alle ASL

Tutto ciò sarà applicato salvo che le ASL locali non intervengano con provvedimenti di altra natura. Se i giocatori vengono bloccati e gli è impedito dal dipartimento sanitario di partire, ovviamente si dovrà valutare la possibilità di rinviare il match, riconoscendo la causa di forza maggiore.

Il possibile ricorso al Tar

Nel caso in cui i provvedimenti delle Asl non rispettino le nuove disposizioni sulle quarantene, la Lega si riserva la possibilità di ricorrere al Tar. Questo soprattutto in relazione ai giorni di autosorveglianza per chi ha la terza dose. Il protocollo precisa, inoltre, che anche chi ha il booster può praticare sport di contatto senza mascherina.

L’incontro con il Governo

Al fine di evitare disparità di valutazioni e definire condizioni uniformi, per mercoledì prossimo è stato fissato un incontro tra Lega Serie A, Governo e Regioni. L’obiettivo è quello di stabilire delle regole e fare in modo che il campionato possa procedere senza ulteriori interruzioni ed in sicurezza.

Pubblicità