Il magistrato e la società civile: i ringraziamenti di Balato e Casella ai giovani di Officina-Informare

80
il-magistrato-e-la-societa-civile-i-ringraziamenti-di-balato-e-casella-ai-giovani-di-officina-informare
Pubblicità

Dopo il convegno tenutosi lo scorso 10 giugno nella Scuola Forestale Carabinieri di Castel Volturno dal titolo “La valorizzazione del territorio: il ruolo della società civile e il contributo del magistrato“, organizzato dalla Magistratura e curato con un numero speciale dalla redazione di Informare, Francesco Balato, Presidente della sottosezione A.N.M di Santa Maria C.V., e Gabriella Maria Casella, Presidente del Tribunale di Santa Maria C.V., hanno voluto ringraziare i nostri giovani giornalisti per il lavoro durante quella giornata, con la realizzazione di interviste esclusive e la pubblicazione del numero speciale prima menzionato.

Siamo felici dei complimenti espressi alla nostra realtà, che ci spingono ad una maggiore responsabilità nell’impegno per un’informazione corretta e svincolata da qualsiasi logica che non sia la ricerca della verità. L’orgoglio è quello di aver creato uno spazio di libertà per giovani aspiranti giornalisti, vogliosi di dar voce ai propri territori e riportare le ingiustizie ancora in corso. Attestati del genere ci spingono in questa direzione, consapevoli di dover garantire sempre maggiore impegno e determinazione.

Pubblicità

casella«Voglio aggiungere un mio pensiero alle parole del collega Balato ringraziando i giovani giornalisti del periodico Informare per la competenza ed il “garbo professionale” con il quale hanno seguito il nostro Convegno ed hanno diffuso le nostre idee su quello che riteniamo essere il ruolo del magistrato nella complicata eppure vivida società civile meridionale. Ritengo che ai giovani debba essere concesso di spaziare all’interno di contesti tradizionalmente legati ad altre figure e questo è stato loro chiesto ottenendo una risposta a dir poco efficace e soprattutto piena di entusiasmo e di idee concrete. Sono particolarmente orgogliosa della presenza nel territorio in cui opera un grande ufficio giudiziario quale il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere di una realtà editoriale innovativa e propositiva quale la vostra che si distingue per capacità di sintesi e di illustrazione, anche grafica, degli accadimenti e che si pone quale importante e trasparente canale di informazione e cultura. Sarà compito mio e di Francesco chiedere la vostra collaborazione per “spiegare” ai cittadini le principali vicende che saranno le protagoniste della vita giudiziaria di questo Ufficio nei prossimi mesi. Intanto complimenti e grazie». Questo, invece, il messaggio di Gabriella Maria Casella.

francesco Balato«Gentilissimi giornalisti di Informare, a nome dell’associazione nazionale magistrati di S. Maria C.V., e a titolo personale, come cittadino, desidero ringraziare ciascuno di voi per l’importante lavoro svolto durante il convegno “La valorizzazione del territorio: il ruolo della società civile e il contributo del magistrato”. Avete saputo gestire con estrema professionalità, che non ho potuto riscontrare in testate di professionisti, ogni aspetto, anche quello più di dettaglio, dell’evento da noi fortemente voluto e riuscito, anche grazie al vostro apporto. Anche il numero speciale del vostro periodico che avete dedicato al convegno è un piccolo gioiello di sintesi, impeccabile nella grafica e nei contenuti, dell’iniziativa da poco conclusa. Spero tanto che continuerete nel vostro servizio alla comunità, confidando nel fatto che possiate restare sempre indipendenti, elaborando “dal basso” il vostro pensiero giovane e pulito sulle cose che accadono in questi territori. Mai come oggi serve un pensiero libero, autentico ed efficace che, con parole semplici ma appropriate, sappia entrare nei cuori della gente per indurla a riflettere e prendere iniziative giuste, per migliorare una volta per tutte queste nostre fascinose e, insieme, disgraziate terre. Che il vostro entusiasmo faccia da traino e contagi anche i responsabili delle scelte politiche e amministrative, mediante la cultura, l’unico strumento possibile e sostenibile per ottenere risultati incoraggianti. Vi saluto con affetto sperando in future brillanti iniziative insieme» ci ha scritto Francesco Balato.

 

 

Pubblicità