siamo capodrise

Il gruppo Siamo Capodrise si ricandida alle elezioni dell’8 e 9 giugno

Redazione Informare 05/05/2024
Updated 2024/05/05 at 9:53 AM
4 Minuti per la lettura

CAPODRISE. Siamo Capodrise, associazione politico-culturale, ha deciso di ricandidarsi alle prossime elezioni dell’8 e 9 giugno a distanza di 3 anni. Il gruppo lo ha comunicato nel tardo pomeriggio di ieri con un post sulla pagina Facebook “Siamo Capodrise Official“.

“A distanza di pochi giorni dall’ufficialità dei candidati al consiglio comunale di Capodrise, permetteteci di scrivere alcune righe. Ripetere una bugia più volte può farla sembrare vera per diverse ragioni che attengono alla nostra mente. Innanzitutto, la familiarità porta all’accettazione, quindi sentire una bugia ripetuta può condizionare la nostra percezione della verità. Inoltre, la ripetizione costante può creare un’illusione di coerenza e credibilità. Questo lo sa bene chi da giorni ripete sempre la stessa filastrocca.

Quindi, chiariamo una volta per tutte una cosa di fondamentale importanza e che spiega perché le persone che vedete in questa foto sono ancora insieme e perché ci metteranno di nuovo la faccia e le forze per l’interesse dell’intera comunità di Capodrise. Se ci sono persone che hanno rispettato e difeso il volere dei cittadini espresso con il voto di 3 anni fa, queste sono proprio loro: Donato, Margherita, Michele, Nicola e Luisa. Sono loro, assessori e consiglieri comunali eletti nelle fila di “Siamo Capodrise” nel 2021, che hanno rappresentato e difeso i 1750 capodrisani che li hanno votati. Sono loro che si sono ribellati a chi ha tentato di trasformare la collegialità di un consiglio comunale e di una giunta in qualcosa a uso e consumo di una ristretta cerchia di persone.

Quando il futuro di Capodrise e dei capodrisani ha rischiato di essere totalmente nelle mani di chi pensava di utilizzare una comunità, le istituzioni che la regolano e, addirittura, i singoli cittadini che la vivono, in modo irresponsabile e irrispettoso, sono stati loro cinque che si sono politicamente “sacrificati” per proteggerci da un vortice amministrativo e finanziario pericoloso, con effetti ancora oggi potenzialmente devastanti. A testimonianza di ciò c’è il fatto che questi cinque amici, ancora oggi, sono parte integrante del progetto politico-associativo di “Siamo Capodrise” e che, con le loro ricandidature a consiglieri comunali (alle quali si aggiunge anche quella di Orazio Costantino) e con quella a sindaco di Nicola, nelle elezioni dell’8 giugno prossimo, si ripropongono al giudizio del voto dei loro concittadini, per riprendere quello che è stato lasciato in sospeso un anno fa e che altri hanno tradito.

Sì, tradito. Perché è stato qualcun altro ad aver tradito e abbandonato il progetto politico e amministrativo di Siamo Capodrise. È stato qualcun altro ad aver tradito il voto e la volontà dei 2500 capodrisani che appena 3 anni fa diedero fiducia al nostro progetto. È stato qualcun altro ad aver sbattuto la porta dinanzi a qualsiasi soluzione ragionevole che riportasse armonia e collegialità all’interno della squadra, non loro cinque. Da soli non si va da nessuna parte. È il momento di ritornare a essere squadra; di quelle in cui c’è fiducia reciproca, comunicazione trasparente, condivisione di responsabilità, perché solo il lavoro di squadra porta sinergie che amplificano (e non opprimono) il valore e il potenziale del singolo.

Lo dobbiamo prima di tutto a voi, perché noi senza di voi siamo nessuno. Perché noi e voi, insieme, Siamo Capodrise”.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *