Il contratto di fiume: uno strumento per valorizzare il Volturno

198
Informareonline-fiume
Pubblicità
Lettera aperta al Sindaco di Capua

Intorno al progetto di contratto di fiume, avviato a Capua con un apposito manifesto del comune, vi è stata una ampia adesione di enti locali e delle associazioni del terzo settore, anche da parte dell’Università L. Vanvitelli.

Si tratta di uno strumento che mira a raggiungere gli obiettivi delle Direttive Europee sulle Acque  (2000/60/CE) e sulle alluvioni (2007/60/CE), supportando e promuovendo politiche ed iniziative volte a consolidare comunità fluviali resilienti, riparando e mitigandole pressioni dovute a decenni di urbanizzazione sregolata. Dal Contratto possono discendere grandi opportunità per accedere a fondi regionali, nazionali ed europei, in quanto si tratta di un accordo tra soggetti che hanno responsabilità nella gestione e nell’uso delle acque, nella pianificazione del territorio e nella tutela dell’ambiente.

Pubblicità

Come è stato ribadito da più parti, ora è necessario che quanto prima si ricostituisca un gruppo di lavoro formato dalla Regione Campania, Autorità di bacino dei fiumi Liri, Garigliano e Volturno, Università, Provincia di Caserta, Comuni aderenti, Consorzi di Bonifica, Forum del terzo settore, Parti sociali ed Associazioni ambientaliste finalizzato allo studio delle criticità, delle peculiarità e delle potenzialità del bacino idrografico del fiume Volturno. Tutto ciò è realizzabile anche con la collaborazione dei singoli cittadini che attraverso “PATTI DI COLLABORAZIONE”, eccezionale strumento di partecipazione condivisa, possono contribuire alla manutenzione delle infrastrutture realizzate attraverso il Contratto di Fiume Volturno.

Per portare avanti il progetto è necessario un primo atto di partecipazione concreta: costituire un comitato promotore del contratto CON LA PARTECIPAZIONE DI TUTTI GLI ADERENTI. A tal fine si chiede al Sindaco di Capua di procedere formalmente alla convocazione in tempi utili.

Associazioni richiedenti

Le Piazze del Sapere                          Pasquale Iorio

Caserta Turismo                                Umberto Riccio

Auser Caserta-Capua                         E. Luise – A. Plomitallo

LIPU Caserta                                      Matteo Palmisani

Legambiente Caserta                         GFranco Tozza

Italia Nostra                                       Maria Rosaria Iacono

Confederdia Campania                      Andrea Mongillo

Block Notes                                        Franco fierro 

TCI Aperti per Voi

Archeoclub Campania

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità