IL CANDIDATO VINCENZO DE LUCA A CASTEL VOLTURNO- La Redazione

vincenzo-de-lucaGrande temperamento, battuta in dialetto sempre pronta, esempi di successo supportati dalle sue visioni urbanistiche diventate realtà a Salerno, la sua città. Questo è Vincenzo De Luca nell’Aula Consiliare del Comune di Castel Volturno, riempita dai supporter del PD e non, che hanno partecipato all’incontro di lunedì sera, 25 maggio.  Ha parlato di una visione strategica d’insieme per il Litorale Domitio e Castel Volturno, nei suoi sogni, una “Romagna del Sud”. La città dovrà competere con le mete turistiche internazionali della Spagna e della Corsica, così come con la Puglia e il Molise che hanno sviluppato nell’ultimo decennio strategie di marketing e politiche turistiche di alto profilo. Per “Castel Volturno città turistica” si deve partire da una rete di depurazione degna di un paese civile. De Luca punta sulle bonifiche dei Regi Lagni e dei siti di “eco-balle” di Giugliano e Villa Literno. Bisogna investire su un unico grande progetto attraverso una visione strategica d’insieme. Inutile proporre cento iniziative che non avranno ricadute occupazionali concrete. Accusa poi l’Amministrazione Caldoro per non essere stata in grado di approvare il Piano Operativo Regionale (senza il quale non possono utilizzarsi i fondi comunitari) così come il Piano di Sviluppo Rurale e quello della Sanità. Per De Luca il Litorale Domitio e Castel Volturno rappresentano una sfida simbolica, emblematica e complessa. Ma senza una “grande visione” non si arriva da nessuna parte. Cita il caso di Salerno e della sua trasformazione urbana, grazie a interventi di star internazionali della pianificazione urbana e architettonica come Oriol Bohigas, che ha riqualificato Barcellona, o Ricardo Boffil, autore, fra l’altro, dello sviluppo urbano della città francese di Montpellier. Salerno, oggi con 250 bed and breakfast è una città che accoglie turisti da tutto il modo, e gli introiti economici lo dimostrano. De Luca ha parlato di sburocratizzazione e di “sportello unico dell’impresa”. Per il candidato presidente le pratiche burocratiche devono concludersi in due mesi. Non è possibile aspettare quattro anni per un’autorizzazione, un parere ambientale, nell’assoluta incapacità di tecnici che non vogliono assumersi responsabilità. “Chi non vuole assumersi responsabilità deve andare a casa”. De Luca ha inoltre parlato di meritocrazia. Ha dichiarato che non esisteranno per lui amministrazioni di destra o di sinistra, ma solo amministrazioni virtuose e che hanno voglia di migliorare e cambiare in destino di una regione dalle infinite potenzialità. La classe dirigente deve essere in grado di sognare e per farlo bisogna essere liberi. De Luca si è dichiarato libero dai condizionamenti e dalle accuse che in questi e nei prossimi giorni è sicuro di dover affrontare. “Se verrò eletto dai cittadini, avrò tutti i diritti per governare, e lo farò con la massima intransigenza nei confronti dei corrotti e dei burocrati. Sogno una Campania che passi dalla preistoria alla modernità”.

Redazione Informare

 

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista – Fonda il “Centro studi officina Volturno” nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE.
In un territorio “difficile” è convinto che attraverso la cultura e l’impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra.
Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico.
Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle “eccellenze” dei nostri territori che RESISTONO.
Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani…ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.