Il Campania Teatro Festival del 2021 nei luoghi di Capodimonte

0
Informareonline-Capodimonte

È stata presentata alla stampa con una conferenza nella Sala 2 del Museo di Capodimonte, sotto il meraviglioso Ritratto di Paolo III con i nipoti Alessandro e Ottavio Farnese di Tiziano, la nuova edizione del Napoli Teatro Festival, ora Campania Teatro Festival, che vedrà il Museo di Capodimonte tra i luoghi del Festival. Il Festival, infatti, poggia sul radicamento sempre più stretto col territorio ed è patrimonio di tutta la regione – è stato spiegato durante l’incontro trasmesso in streaming – è dunque, questo il motivo del cambiamento nel nome del Festival, che per la sua estensione artistica e sociale tocca tutto il territorio regionale, per muoversi verso una proiezione internazionale.

Alla Conferenza hanno partecipato il Direttore del Museo e Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, Ruggero Cappuccio Direttore artistico da 5 edizioni ormai del Napoli Teatro Festival, Rosanna Romano Responsabile delle Politiche Culturali e del Turismo della Regione Campania, e Alessandro Barbaro. Con la Fondazione Campania dei Festival presieduta da Alessandro Barbano, si andranno a coniugare la cultura nazionale e internazionale con la bellezza di alcuni dei luoghi più suggestivi e simbolici del territorio campano. Il Festival da anni attiva processi economici coinvolgendo, per l’edizione del 2021, 24 luoghi e più di 1.500 saranno i lavoratori impegnati nello spettacolo.

Informareonline-Capodimonte-2Con un parallelo tra l’esperienza di Picasso a Napoli, che è stato in mostra del sito museale nel 2017, e che fu occasione nella quale un russo, un francese e uno spagnolo si spostarono su Napoli, in pieno periodo di guerra per creare un balletto, come risposta al momento difficile che il paese stava vivendo, il Direttore Bellenger racconta come ancora oggi la risposta ad una fase difficile sarà l’arte, il teatro, la musica.

Tra i luoghi, il Real Bosco di Capodimonte sarà una sede centrale di questa quattordicesima edizione, la quinta diretta da Ruggero Cappuccio. Il Museo e Real Bosco di Capodimonte lo scorso anno si era già mostrato adatto agli eventi del Festival, quest’anno ospiterà dal 12 giugno all’11 luglio 2021 il teatro tra Cortile della Reggia, Casino della Regina, Giardino Paesaggistico di Porta Miano, Manifattura della Porcellana, Giardino Paesaggistico Pastorale, Praterie della Capraia, il Giardino dei Principi e lo spazio del Cisternone.

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte lo scorso anno si era già mostrato adatto agli eventi del Festival, quest’anno ospiterà dal 12 giugno all’11 luglio 2021 il teatro tra Cortile della Reggia, Casino della Regina, Giardino Paesaggistico di Porta Miano, Manifattura della Porcellana, Giardino Paesaggistico Pastorale, Praterie della Capraia, il Giardino dei Principi e lo spazio del Cisternone.

Informareonline-Capodimonte-3Una parte del Festival inoltre, si ricollegherà al progetto “Il sogno reale. I Borbone di Napoli”, Progetto Speciale di Ruggero Cappuccio curato da Marco Perillo, che consentirà al Festival di riallacciarsi anche alla mostra “Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica” mostra di chiaro legame alla cultura borbonica, musicale e della ceramica.

di Mina Grasso

Print Friendly, PDF & Email