Il browser norvegese Opera supporterà il wallet TRON e la relativa criptovaluta TRX. A darne l’annuncio ufficiale, il 15 maggio, il fondatore di TRON Foundation Justin Sun via Twitter. Il browser supporterà la criptomoneta nativa ed anche i token dello standard TRC, consentendo alle applicazioni dell’infrastruttura di essere navigate senza l’uso di ulteriori interfacce.

Una notizia importante per TRON, che migliorerà la diffusione e la sua popolarità tra gli utenti del web. Allo stesso tempo, questa si può considerare una data importante per la compenetrazione tra browser e sistemi decentralizzati che accelera ulteriormente il passaggio al Web 3.0.

Opera Browser, infatti, sin dallo scorso anno ha incorporato il wallet Ethereum per supportare la criptomoneta ETH ed i token dello standard ERC20, aprendo di fatto le porte del mondo Ethereum ai navigatori del web.

Sul fronte finanziario la notizia ha spinto molti a comprare TRON, infatti, come mostrano i dati d’acquisto su CoinMarketCap, durante la prima ora di diffusione della notizia il valore di TRX si è apprezzato da 0,028 USD a 0,030 USD con un balzo del 12,5% in brevissimo tempo.

Il vice presidente esecutivo di Opera, Krystian Kolondra, ha rilasciato una dichiarazione ufficiale nella quale ha giustificato il perché la scelta di preferire TRON rispetto ad altre piattaforme: “TRON è una blockchain popolare e in rapido sviluppo con un ecosistema di DApp in rapida crescita”.

Da un punto di vista strategico, ha proseguito Kolondra, l’intento è quello di aprirsi a più blockchain per accelerare l’adozione del Web 3.0. Nei prossimi 12 mesi, infatti, Opera supporterà altre blockchain di cui per ora non si conoscono i nomi.

Opera e TRON: le compatibilità

informareonline-il-browser-opera
Foto: Pexels.com

Il supporto al crypto wallet TRON riguarderà la versione desktop di Opera (sistemi operativi Windows, Linux e Mac) e la versione mobile Android. Per quanto riguarda gli iPhone, Opera Touch per iOS è in fase di sviluppo avanzato.

Ledger Capital e Opera: l’ingresso nel settore blockchain

L’accelerazione di Opera nel settore blockchain si deve all’accordo strategico firmato dalla società norvegese con Ledger Capital, servizio finanziario che ha come missione supportare importanti aziende con progetti che facilitano l’adozione su larga scala dei cosiddetti crypto asset.

Proprio Ledger Capital, si apprende dal comunicato ufficiale, ha svolto un ruolo significativo nel raggiungimento dell’accordo commerciale tra le due società.

Ethereum e TRON per il Web 3.0

Come noto, le piattaforme decentralizzate Ethereum e TRON nascono con l’obiettivo primario di creare infrastrutture digitali dove aziende e programmatori di software indipendenti possono installare la propria applicazione decentralizzata. L’implementazione di tali piattaforme all’interno di un browser, proietta il navigatore in una nuova realtà digitale diversa dal web centralizzato fatto essenzialmente di siti web e servizi gestiti da aziende o enti pubblici. Nel Web 3.0 di Ethereum e TRON sono alla portata di tutti applicazioni per l’intrattenimento, servizi finanziari e forme di economia condivisa dove le risorse economiche sono compartecipate da tutti.

Iniziative come questa consentiranno un rapido avvicinamento degli utenti alle criptovalute e ai sistemi decentralizzati, poiché si abbatte quella barriera che fino ad oggi ha separato l’utente non esperto d’informatica da una tecnologia complessa da assimilare.

La Redazione

Print Friendly, PDF & Email