TikTok salvando l'editoria

Il #BookTok: come TikTok sta salvando l’editoria!

Filomena Cesaro 22/09/2022
Updated 2022/09/22 at 10:19 AM
4 Minuti per la lettura

Vi è capitato nell’ultimo anno di farvi un giro in grandi book store come Feltrinelli e Mondadori e trovare interi scaffali di libri con la dicitura: “Su TikTok lo leggono tutti?” Se la risposta è si allora hai avuto un primo approccio col fenomeno del #BookTok, il fenomeno di TikTok che sta salvando l’editoria.

Come e dove nasce il #BookTok

Tutti possono essere influencer, ma qualcuno influenza meglio! Su tiktok, social simbolo della Generazione Z (i così detti nativi digitali), i giovani creator leggono e in alcuni casi consigliano.
Nasce così il fenomeno del #BookTok, un vero e proprio circolo del libro social, dove, attraverso brevi video, i così detto “BookToker” consigliano le loro letture.

Questo fenomeno nato e cresciuto durante il periodo pandemico, si è espanso a macchia d’olio in tutto il mondo e l’hashtag di riferimento è diventato uno dei più cercati e dei più cliccati e a giovarne è tutta l’editoria mondiale.

Vediamo come funziona il #BookTok

Prima di tutto per essere un vero BookToker devi avere credibilità, devi dimostrare che quei libri che consigli li hai veramente letti, ti hanno emozionato tanto da consigliarli senza ombra di dubbio.

Il secondo elemento principale, dopo la credibilità, sono quindi le emozioni. I libri infatti si consigliano sulla base dei propri interessi e delle emozioni che riescono a suscitare: “Ecco 3 libri che ti faranno piangere”, “Ecco 3 libri che ti faranno innamorare” sono solo alcuni degli incipit che i giovani creator utilizzano per invogliare gli utenti a tenere in considerazione i loro consigli.

Quali sono i libri più consigliati?

Le categorie di libri consigliati sono diverse. Tra le maggiori vanno sicuramente i Fantasy e gli Young Adult (libri che trattano di tematiche adolescenziali), non mancano i classici e spesso anche i libri in lingua originale, magari non ancora editi in Italia. Ogni #BookToker ha la sua “nicchia” e per tanto consiglia libri che possono piacere ai suoi seguaci.

Anche per questo non mancano libri con tematiche LGBTQIA+.
Basti pensare all’enorme successo ottenuto dal libro La Canzone di Achille; scritto da Madeline Miller nel 2011 è diventato un vero fenomeno negli ultimi anni, balzando in testa alla classifica dei libri più venduti, proprio grazie al passaparola avvenuto su TikTok.

Ma chi ci guadagna veramente da tutto questo?

A guadagnarci sono proprio tutti!
Ci guadagnano i giovani creator con un cospicuo numero di follower si trasformano in veri e propri influencer. Vengono contattati dalle stesse case editrici per “parlare bene” di una cerca uscita editoriale.

Ci guadagnano le case editrici, che favoriscono la pubblicazione di libri vicine alle tematiche care al pubblico giovane di TikTok (ecco spiegate le ultime uscite editoriali, senza più votate a libri con tematiche young adult, e il consolidamento del genere Fantasy.)

Ci guadagnano i book store che attirano i propri clienti mettendo in bella mostra i titoli più letti su TikTok.

Se a tutto questo aggiungiamo anche che da dati ISTAT stanno aumentando il numero di giovani e giovanissimi che leggono almeno un libro all’anno possiamo dire che forse TikTok veramente sta salvando l’editoria!

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.