Crescere in una località spesso giudicata e disprezzata non è semplice, ma riesce a scaturire nelle persone una condizione di protezione nei confronti della propria terra e dei loro cittadini.

Da questa voglia di riscatto, vent’anni fa nasce “L’Associazione di Volontariato e Risanamento Castel Volturno – Arca”, che nei giorni scorsi ha festeggiato, presso la Parrocchia Santa Maria Del Mare, il suo ventennale.

L’omonima associazione prende vita grazie ad un gruppo di cittadini che, mossi dal risentimento nel vedere la propria terra sempre più devastata da fenomeni come quello della prostituzione o della droga, decide di denunciare e ribellarsi. Un grande esempio, un fiore all’occhiello di un territorio con molteplici potenzialità e grandi risorse poco sfruttate.

Ad oggi con un team prevalentemente al femminile, l’associazione Arca ripone le sue radici e speranze nei giovani, dando la possibilità ad adolescenti e bambini di partecipare ai vari laboratori ludici e creativi organizzati per loro. Inoltre, sono istituiti anche progetti educativi, con azioni di contrasto all’abbandono scolastico.

Da oltre 15 anni ritroviamo la figura di Elena Pera, spirito guida e presidente dell’Associazione. Soddisfatta afferma:

«Tutto questo non sarebbe stato possibile senza le nostre volontarie, le reti di associazione che ci hanno sostenuto e con cui abbiamo collaborato, i cittadini e le famiglie che ci hanno accompagnato in tutti questi anni».

Questa grande famiglia si incontra ogni giorno all’interno del Parco Valentina, presso un appartamento che fa parte dei beni confiscati.
In occasione del suo ventennale, l’associazione ha ricordato tramite video, fotografie e testimonianze delle associate stesse, quello che stato l’intero percorso fino ad oggi.

Durante i festeggiamenti, era palpabile e impossibile da nascondere l’emozione negli occhi del team Arca, dopo vent’anni i loro volti erano colmi di gioia, quella vera, di chi è consapevole di avercela fatta!

 

di Clara Gesmundo

Print Friendly, PDF & Email