Pubblicità

Dopo il Gran Premio del Canada la Formula Uno torna in Europa con la storica tappa di Silverstone. Settantadue le precedenti edizioni del Gran Premio di Gran Bretagna di cui cinquantacinque i Gran Premi ospitati dalla cittadina della contea del Northamptonshire.  L’albo d’oro del circuito inglese vede Lewis Hamilton come il pilota più vincente sul tracciato, con 7 vittorie. Con ancora le polemiche dello scorso anno, legate al contatto tra Hamilton e Verstappen, ad animare il paddock si è appena conclusa la sessione di qualifica. Dunque nel Gran Premio che terrà i piloti impegnati domani in 52 giri sul tracciato che ospita 18 curve, 10 a destra e 8 a sinistra, sarà Carlos Sainz a partire dalla pole. La prima della sua carriera.

Q1, ancora disastri in Aston Martin

Il riscatto tentato in casa Aston Martin per il momento è un completo fallimento. Dopo un inizio di stagione pessimo per quanto riguarda risultati e prestazioni, neanche gli aggiornamenti in debutto sul circuito britannico hanno, per il momento, aiutato i due piloti. Sebastian Vettel e Lance Stroll, scesi in pista con l’intento di iniziare una rimonta già dalla sessione di qualifiche, si sono nuovamente trovati esclusi al Q1. La pioggia non è stata sicuramente una condizione favorevole ma, soprattutto questa volta e soprattutto per quanto riguarda Vettel, il dito è da puntare contro il muretto box. Non calcolando bene i tempi col pilota tedesco, il team l’ha praticamente costretto a passare sulla linea del traguardo pochi secondi dopo la bandiera a scacchi costringendolo di fatto a rientrare nel garage. A far compagnia alle monoposto di casa ci sono quelle di Albon, Magnussen e Schumacher.

Pubblicità

Q2, Latifi in top 10

Giornata decisamente da ricordare per Nicholas Latifi. Il pilota canadese si qualifica, sorprendendo tutti, nel Q3 rientrando nella top 10. Facendo le scarpe a Gasly, Bottas, Tsunoda, Ricciardo e Ocon, il numero 6 della Williams ha sorpreso tutti. Preciso, sicuro e veloce si guadagna simbolicamente il titolo di Driver of the Day. Le chiacchiere quasi certe di corridoio, secondo le quali l’anno prossimo sarà appiedato per far spazio al giovane talento di Oscar Piastri, sono state un’ottima spinta per Latifi. Giornata storica per la sua carriera mai veramente decollata.

Q3, prima pole in carriera per Carlos Sainz!

È proprio il caso di dire: qualifica bagnata, qualifica fortunata. Aveva desiderato queste condizioni per potersela giocare fino agli sgoccioli di questa sessione di qualifiche e non ha deluso le aspettative. Carlos Sainz conquista la sua prima pole in carriera riportando, dopo 10 anni, la rossa in pole a Silverstone. 1’40”983 il tempo di Chili, finalmente arrivato a un ottimo risultato in una stagione fino a questo momento parecchio altalenante.

“Sono sicuro che Max e Charles mi metteranno molta pressione domani, spero comunque di dare il mio meglio”. Queste le dichiarazioni a caldo del numero 55. Che sia finalmente arrivato il tempo di rompere la maledizione della prima pole? Un in bocca al lupo è d’obbligo per il pilota della rossa.

La griglia di partenza 

I semafori sono pronti a spegnersi alle 16:00 sul tracciato di Silverstone. La griglia di partenza vedrà dunque Carlos Sainz partire in pole, affiancato da Max Verstappen. Alle loro spalle in un’altra alternanza Ferrari-RedBull, Charles Leclerc e Sergio Perez. La terza fila è tutta inglese con Lewis Hamilton e Lando Norris. Chiudono la top 10 Alonso, Russell, Zhou e Latifi. Le retrovie della griglia sono occupate da Gasly, Bottas, Tsunoda, Ricciardo, Ocon, Albon, Magnussen, Vettel, Schumacher e Stroll.

Pubblicità