GP Monza: Daniel Ricciardo protagonista nel Tempio della Velocità

159
informareonline-gp-monza-daniel-ricciardo-protagonista-nel-tempio-della-velocita
Pubblicità

Alle 15 in punto si spengono i semafori nel Tempio della Velocità: partenza di fuoco per la McLaren di Daniel Ricciardo che sfila la posizione da leader a Max Verstappen. In coda Lando Norris e Lewis Hamilton che, come deciso ai box, è tra i pochi a partire con le gomme dure.

Nei primi giri è una fucina: si inizia con un contatto tra Verstappen e Hamilton, il secondo – più grave – vede coinvolti Sainz e Giovinazzi con un tamponamento del pilota spagnolo ai danni del 99 dell’Alfa Romeo che costa 5 secondi di penalità al ferrarista. L’ultimo contatto vede protagonisti Sebastian Vettel e Ocon, con un altro tamponamento e una penalità, sempre di 5 secondi, per il pilota francese dell’Alpine.

Pubblicità

Una gara degna di nota è quella portata avanti da Valtteri Bottas che, al 21esimo giro, recupera 10 posizioni dando chiaro segnale della sua presenza sulla pista. D’altronde la prima parte del weekend, dominata dal pilota finlandese, aveva fatto ben sperare in casa Mercedes.

Proprio la strategia iniziale della scuderia tedesca, di iniziare con le gomme bianche, stava ripagando su pista dopo i primi pit stop. Infatti, a seguito degli stop di Ricciardo prima e Verstappen poi – fermatosi per fin troppo tempo ai box, per ben 11.1’ – si annunciava l’inizio dell’Hammer time. Il pilota britannico, durante lo stop di Max, aveva infatti sorpassato Lando Norris ponendosi alla guida di questo Gran Premio italiano.

In casa Mercedes però si son resi protagonisti di un episodio cruciale per il destino della gara: richiamando il numero 44 ai box, inaspettatamente, hanno dato il via a una serie di sfortunati eventi. Durante il giro 26 Hamilton, all’uscita della pit lane, si ritrova all’entrata della curva 1 ruota a ruota con Verstappen. Vanno giù insieme alla chicane e le ruote posteriori delle monoposto, a seguito di uno scontro, comportano uno slancio della monoposto RedBull che finisce completamente su quella di Lewis Hamilton. È l’halo a salvare la vita al pilota britannico della Mercedes, l’istallazione ha infatti impedito alla monoposto prima e alla ruota poi della vettura di Verstappen di schiacciare completamente un Lewis Hamilton inerme sul sedile.

Il GP di Monza continua con un’ottima prestazione da parte di Bottas che riesce a risalire in griglia fino al podio, piazzandosi in terza posizione e, ovviamente, delle McLaren che conquistano i gradini più alti del podio e riportano la prima vittoria in casa dopo 8 anni. Daniel Ricciardo dunque conquista l’ottavo Gran Premio della sua carriera proprio nel Tempio della Velocità non mancando di festeggiare con il consueto champagne nella scarpetta.

Il prossimo appuntamento con la Formula 1 è il 26 settembre all’Autodromo di Sochi, in Russia.

di Rossella Schender

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità