informareonline-aiuto
Pubblicità
«Finalmente, sulle questioni ambientali l’Amministrazione giuglianese batte un colpo.
Stamattina la nostra Polizia Municipale ha fatto un po’ di controlli.
Nulla di nuovo, dirà qualche briccone tra i miei afecionados, ne abbiamo fatti tanti in precedenza, abbiamo persino sequestrato i camion in sosta del Comune di Napoli e qualche sito della Sapna, tra i quali Cava Giuliani, denunciando i vertici della stessa Sapna, e fatto controlli anche allo Stir, oltre che alle aziende che operano in zona Asi.
Invece, io saluto positivamente questo guizzo di Pirozzi, questo suo destarsi dal torpore vacanziero o da una comoda “thánatos”.
Ritengo importante qualunque azione, qualunque sforzo, qualunque atto serva a difendere la nostra città e la nostra salute.
Il ruolo dell’opposizione è quello di essere di stimolo e controllo, non di rompere le balle a gratis.
Dunque, ben fatto!
Ci auguriamo, però, che non finisca qui. Che non siano solo fuochi d’artificio, cortina fumogena o sceneggiata, come direbbe sempre uno dei miei supporter malevoli.
Io mi auguro che domattina i vigili tornino a Ponte Riccio e vadano a controllare lo Stir. Che tornino a Ponte Riccio tutte le mattine per i prossimi 20 giorni e vadano a controllare tutti i camion in sosta. Che vadano in zona Asi e vadano a controllare ogni azienda, impianto, piazzola, area, a prescindere se operante nel settore ambientale o industriale. Senza sconti. Che lo facciano chiedendo il supporto del NOE e dell’Arpac. Che mettano tutti sotto pressione perché, è la mia sensazione, calando l’attenzione sulle questioni ambientali, si sono tutti un po’ sbracati.
Così l’aria è tornata quotidianamente irrespirabile, la puzza insopportabile dal mare all’entroterra. I fumi hanno ripreso per tutta l’estate a colorare il cielo e a rubarci la salute.
Non stiamo a ripartir le colpe come litigiosi bambini dell’asilo, non servirebbe a niente. Dobbiamo fare, però, i conti con la realtà. E quella attuale è insopportabile, quindi sbracciamoci le maniche e diamoci da fare.
Noi siamo qui, abbiamo fatto, facciamo e faremo la mostra parte.
Per la nostra città, per la nostra salute e per quella dei nostri figli.

Se l’attuale Sindaco ha bisogno di aiuto, di sostegno, noi siamo qui e non mancheremo di fare la nostra parte. Se dovesse nuovamente sprofondare nel torpore, farsi cogliere da una nuova “tanatosi”, saremo sempre qui e ancora e sempre faremo la nostra parte».

Queste le parole dell’ex Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, in merito all’attuale gestione delle questioni ambientali nel territorio giuglianese.

Pubblicità
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità