Giugliano. L’amministrazione dice no ai rifiuti di Roma, Pirozzi: “Ferma opposizione di tutta la città”

207
Informareonline-giugliano-al-comune-conferenza-stampa-sullo-stop-agli-impianti-dei-rifiuti
Pubblicità

Si è riunito ieri il consiglio comunale a Giugliano per manifestare ancora una volta la ferma opposizione all’arrivo dei rifiuti che, dal 4 ottobre, dovrebbero essere trasportati da Roma all’impianto Stir di Borgo Riccio dopo la decisione del sindaco della città metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, di compiere un’azione di “solidarietà” nei confronti della capitale d’Italia.

Su un tema così delicato e scottante maggioranza e opposizione, ma soprattutto cittadini, si sono dichiarati contrari ad una decisione che non potrebbe fare altro che arrecare danni all’area Nord di Napoli, in passato già martoriata dall’emergenza rifiuti, votando all’unanimità una mozione per dire no alla spazzatura della capitale.

Pubblicità
Dopo la riunione nel palazzo comunale giuglianese, il sindaco Nicola Pirozzi ha dichiarato che «non è giusto subire quest’ulteriore schiaffo alla città. Oggi il consiglio comunale ha avvalorato la tesi della contrarietà alla scelta di de Magistris. Ringrazio maggioranza e minoranza per il sostegno ricevuto, perché su questi temi occorre unità. C’è sicuramente la ferma opposizione di tutta la città e dei cittadini, vedremo il risultato nei prossimi giorni».

Appello forte del consigliere di minoranza Luigi Sequino, secondo cui il primo cittadino di Giugliano potrebbe giocarsi tutta la sua credibilità dopo la questione rifiuti: «Credo che il sindaco si giochi tutta la sua credibilità politica, perché in questo momento, rispetto a questa vicenda, dovrebbe far valere la famosa filiera istituzionale che l’anno scorso ha illustrato le soluzioni a tutti i problemi della città».

di Donato Di Stasio 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità