Giugliano, incendiato scooter dell’ex consigliere D’Alterio

Informareonline-scooter

A Giugliano, nella notte tra mercoledì e giovedì, lo scooter dell’ex consigliere comunale Giuseppe D’Alterio è andato in fiamme, mentre era parcheggiato sotto la sua abitazione, all’interno di un parco privato.

L’episodio si è verificato verso le ore 3 del mattino, quando la moto di D’Alterio ha iniziato a prendere fuoco, svegliando sia lui che gli altri condomini. L’incendio ha allarmato e preoccupato l’ex consigliere, che non ha esitato a filmare lo scooter avvolto dalle fiamme e a postare immagini e video sui suoi profili social.

D’Alterio ha deciso subito di denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine e ha inoltre dichiarato che circa 15 giorni fa aveva trovato un bigliettino sulla sella del suo scooter con la scritta “Infamme”. Due settimane fa, però, l’ex consigliere non aveva denunciato l’episodio, in quanto sembrava essere stato soltanto uno scherzo di bambini per l’evidente errore ortografico.

La moto in fiamme, invece, farebbe pensare ad una vera e propria minaccia intrecciata con la politica, a ridosso delle prossime elezioni comunali che si terranno a Giugliano tra il 20 e il 21 settembre, visto che D’Alterio ha deciso di ricandidarsi al consiglio comunale con la coalizione a sostegno di Nicola Pirozzi, candidato a sindaco del paese per il centrosinistra.

“Essendo un candidato al consiglio comunale ed essendo in piena campagna elettorale, dove il clima si è infuocato molto tra diversi candidati e basta camminare per il centro di Giugliano per accorgersene, spero vivamente che non sia un fatto doloso, provocato da altri”, ha detto D’Alterio, che ha riposto le sue speranze nel commissariato di polizia di Giugliano che sta indagando sul caso, intenzionato a fare chiarezza sulla vicenda.

In queste ore per l’ex consigliere sono arrivati diversi messaggi di vicinanza, tra cui quello di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi-Europa: “Vogliamo esprimere la nostra solidarietà a Peppe, uomo di grande spessore, le cui battaglie per riportare legalità e dignità nel territorio giuglianese sono note a tutti. Ci auguriamo che le indagini possano chiarire le dinamiche di questo episodio ed identificare eventuali colpevoli. Per ora non traiamo conclusioni né facciamo congetture, la Polizia sta conducendo le dovute indagini. Ci auguriamo che Peppe stia bene e che possa continuare con serenità il suo lavoro”.

“Mi auguro che le forze dell’ordine e la magistratura dedichino tutta l’attenzione possibile per fare chiarezza sull’incendio dello scooter del candidato Giuseppe D’Alterio, anche acquisendo i filmati delle telecamere di sorveglianza dei parchi, dei negozi, delle civili abitazioni. Ritengo inoltre che le forze dell’ordine abbiano focus specifici già attivi su Giugliano e mi auguro che il loro lavoro porti in breve tempo a chiarire questo episodio e a restituire a tutti noi serenità e certezze”, queste invece le parole di Antonio Poziello, altro candidato a sindaco di Giugliano e sindaco uscente.

di Donato Di Stasio

Print Friendly, PDF & Email