Informareonline-distaccamento

Giugliano, inaugurato il distaccamento provvisorio dei Vigili del Fuoco a Lago Patria

Donato Di Stasio 08/06/2021
Updated 2021/06/08 at 6:48 PM
2 Minuti per la lettura

Si è tenuta questa mattina, presso il Centro Remiero di Lago Patria, la cerimonia di inaugurazione del distaccamento provvisorio dei Vigili del Fuoco, in attesa della piena operatività della sede definitiva di Giugliano sita in Via S. Francesco a Patria, all’interno del “Parco Ammaturo”, bene confiscato alla criminalità organizzata.

La mattinata è iniziata proprio con un sopralluogo delle autorità presso il complesso immobiliare confiscato, con la visita dei suoi spazi interni, al fine di progettare e discutere delle possibili strategie future per il contrasto ai roghi tossici. Alle ore 13, poi, il taglio del nastro della sede provvisoria di Lago Patria.

Informareonline-distaccamento-2Alla cerimonia presenti: il comandante VVF di Napoli Ennio Aquilinoil capo del Corpo Nazionale dei VVF Fabio Dattilo, il capo dipartimento dei VVF Laura Legail sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi, il prefetto di Napoli Marco Valentini, il vice prefetto Filippo Romano, il deputato M5S Salvatore Micillo e il sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia, le Forze dell’Ordine e tanti cittadini accorsi in massa per questa giornata importante.

“Sono veramente emozionato per il traguardo raggiunto. C’è stata una grande collaborazione istituzionale tra enti locali, governo nazionale e Vigili del Fuoco, dimostrando attaccamento e vicinanza al nostro territorio. La rimozione dei rifiuti è al centro del nostro programma, in un territorio che è stato visto come discarica nazionale negli ultimi anni”, dice il sindaco Nicola Pirozzi.

Informareonline-distaccamento-3“Oggi si apre un distaccamento con strumenti tecnologici all’avanguardia, come i droni di ultimissima generazione. Ci auguriamo che questo modello possa essere un esempio anche per le altre zone d’Italia che sono soggette a roghi tossici. Quello che vediamo oggi è la sintesi di un modello che può funzionare dalla Valle d’Aosta alla Sicilia”, queste le dichiarazioni del sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia. 

di Donato Di Stasio

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *