Giugliano, grande accoglienza per Luigi Di Maio

Informareonline-Luigi

Nel pomeriggio di venerdì il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha fatto tappa in Piazza Gramsci a Giugliano, presso lo Chalet del Centro. Ad accoglierlo tanti sostenitori, che hanno applaudito ed intonato cori a sostegno del Ministro durante la sua visita.

Di Maio è arrivato in una Piazza Gramsci gremita per dare il suo appoggio e per bere un caffè con il candidato sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi, con l’On. Salvatore Micillo e con altri esponenti del Movimento 5 Stelle. Nessun dibattito con i cittadini come da programma. Il Ministro degli Esteri ha solo discusso brevemente con Pirozzi e Micillo dei punti critici di Giugliano e dei prossimi passi da fare per il miglioramento di tutta l’area di Napoli nord.

Nei pochi minuti trascorsi a Giugliano, Di Maio ha poi dichiarato: “Nei prossimi mesi, il governo scriverà i progetti per spendere i 209 miliardi di euro di Recovery Fund per far crescere il territorio e sviluppare nuove opportunità di lavoro, intorno a digitalizzazione, ambiente e infrastrutture. Abbiamo bisogno di sindaci responsabili, che siano in grado di spendere quei 209 miliardi di euro nella maniera più veloce e di qualità possibile. Dobbiamo riuscire in quest’impresa perché abbiamo più soldi del Piano Marshall in Italia e dobbiamo realizzare quello che non siamo stati in grado di realizzare in trent’anni. Avremo bisogno di grandi amministratori e sono certo che riusciremo a portare a casa un risultato anche qui a Giugliano, che ci consentirà di coordinare con il governo centrale le azioni sui fondi europei del Recovery Fund. Questi soldi ci saranno erogati se saranno spesi bene, quindi chiedo ai cittadini di gestire al meglio questo voto, perché significa mettere le chiavi di una parte di quei miliardi di euro tra le mani di un primo cittadino responsabile, capace e di esperienza, come Nicola Pirozzi”.

Effettuate le sue dichiarazioni, Di Maio ha subito lasciato lo Chalet del Centro, accompagnato dalla sua scorta. Dopo l’arrivo della settimana scorsa a Giugliano della candidata alla Regione Campania Valeria Ciarambino, dell’ex Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e della senatrice Maria Domenica Castellone, e dopo la presenza di Luigi Di Maio venerdì pomeriggio, il Movimento 5 Stelle risponde “presente” a Giugliano e dice ancora una volta “Si” al referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari.

“Un momento importante per Giugliano perché arriva il Ministro degli Esteri. Io e Luigi abbiamo fatto tante battaglie insieme per questo territorio, siamo figli di questa terra. Giugliano è finalmente diventata Sito di Interesse Nazionale. Il Movimento 5 Stelle vuole lanciare un messaggio importante e siamo disposti a tutto per apportare altri miglioramenti in una terra che è stata per troppo tempo vittima di fiamme e disastri”, ha detto l’On. Micillo, che ha voluto poi ricordare un altro importante risultato per il Comune di Giugliano, ovvero il 19esimo Distaccamento dei Vigili del Fuoco, aspettato da fin troppo tempo dai cittadini.

“Dopo ben 4 anni siamo riusciti finalmente nel nostro intento. Il distaccamento sarà importante non solo per Giugliano ma per tutta l’area nord di Napoli, per Castel Volturno e per tutta la parte di Caserta. È chiaro che il problema della Terra dei Fuochi non si risolve mettendo una caserma, ma lo dimezza, diminuisce i tempi perché si troverà al centro di un crocevia di strade che hanno una pressione ambientale e di fuochi molto alta”, ha continuato Micillo, ribadendo anche l’importanza dell’educazione ambientale fatta approvare nelle scuole. Un obiettivo raggiunto per far sì che le nuove generazioni imparino a rispettare l’ambiente e i nostri territori.

di Donato Di Stasio

Print Friendly, PDF & Email