informareonline giugliano pirozzi tamponi

Giugliano. Allestito nuovo centro tamponi, Pirozzi: “5 mila positivi in città”

Pasquale Scialla 18/01/2022
Updated 2022/01/18 at 11:51 AM
2 Minuti per la lettura

La risalita dei contagi non ha risparmiato la città di Giugliano, uno dei centri abitati più estesi dell’intera regione. A detta del sindaco Nicola Pirozzi, attualmente vi sono circa 5mila positivi, ed è per questo che si è resa necessaria l’apertura di un nuovo centro tamponi.

La situazione delle scorse settimane

Nell’ultimo mese l’ASL Napoli 2 Nord ha dovuto fare i conti con la recrudescenza del virus, processando migliaia di tamponi giornalmente, di cui molti positivi. L’ospedale San Giuliano di Giugliano ogni giorno era invaso da file di macchine in attesa di un tampone, causando disagi al traffico cittadino e polemiche. Data la situazione, l’apertura di un nuovo drive-in per i tamponi era prioritaria. Per questo, ieri è stata inaugurata tale struttura nella zona di Campopannone, nei pressi dello stadio De Cristofaro e del palazzetto dello sport.

Il nuovo centro tamponi

La struttura, che va a sostituire quella dell’ospedale cittadino, è allestita su quattro corsie e, a detta del sindaco, si stima che possa processare circa duemila tamponi al giorno. Le quattro corsie che la compongono servono ad ottimizzare la gestione del traffico, dopo i disagi delle vacanze natalizie. Inoltre, l’amministrazione ha provveduto ad attivare l’illuminazione elettrica nella zona, permettendo di usufruire del servizio fino agli orari serali. L’ASL già ha provveduto ad avvisare i cittadini che si dovranno recare prossimamente nel nuovo drive-through, accessibile solo con regolare convocazione.

Il sindaco si è detto soddisfatto, poiché con quest’intervento il Comune ha provveduto a riqualificare una zona ormai abbandonata, preda di sciacalli che hanno fatto razzia dei cavi di rame. Infine, Pirozzi ha anche annunciato l’intenzione di aprire un nuovo hub vaccinale nel centro storico, che affiancherà quello operativo a Lago Patria.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *