informareonline-giornata-nazionale-us-acli-il-centro-fernandes-come-sede-di-inclusione-e-sport
Pubblicità

L’Associazione Sportiva ACLI organizza e promuove attività sportive per soggetti di ogni età e condizione, soprattutto coloro che sono più esposti ad emarginazione sociale. Tra le loro molte iniziative, è ormai giunta alla quarta edizione la Giornata Nazionale US Acli, “Lo sport che vogliamo”. Promosso dall’Associazione, questo evento ha lo scopo di valorizzare uno sport educativo e accessibile a chiunque e, con grande sorpresa, quest’anno è stata scelta proprio Castel Volturno per celebrare questi valori.

Il 30 ottobre si è difatti tenuta al Centro Fernandes la giornata celebrativa, accogliendo «non molti ma i giusti ospiti», come ha tenuto a sottolineare il Presidente del Comitato US Acli regionale della Campania, Francesca Dattilo.

Pubblicità

«Dato che il tema celebrato era proprio quello dell’integrazione, e noi siamo un ente sia sportivo sia di inclusione sociale, abbiamo voluto dare un taglio specifico alla giornata scegliendo il Centro Fernandes. Io sono del territorio e conosco da sempre questa realtà, ho pensato che fosse il posto migliore per questo evento e per il territorio di Castel Volturno».

Alla celebrazione hanno presenziato il primo cittadino Luigi Petrella; il consigliere Acli nazionale Michele Zannini; il vicepresidente Prov.le US Acli di Benevento Mauro Vecchialla; il Vice Presidente Vicario US Acli Nazionale Antonio Meola; il Presidente Prov.le US Acli Avellino Massimo Di Girolamo; il Presidente US Acli Provinciale Caserta Giuseppina Dello Siesto; l’editore della testata Magazine Informare Tommaso Morlando e altri che hanno iniziato la giornata con brevi interventi.

informareonline-giornata-nazionale-us-acli-il-centro-fernandes-come-sede-di-inclusione-e-sport-2

«Tommaso Morlando durante il suo intervento ci ha trasmesso tutto il suo lavoro sul territorio, ricco di sofferenza ma senza sconfitta. E’ stato così bello ascoltarlo che personalmente mi sono commossa. Mi ha dato molta carica stare al Centro Fernandes e sicuramente ci ritornerò. Dopotutto, il ruolo di un presidente o di un comitato è quello di stare al servizio per gli altri. Con questo incontro non solo abbiamo festeggiato lo sport d’integrazione, ma abbiamo gettato le basi per iniziare un discorso a riguardo: non è stato un evento fine a sé stesso».

Durante la mattinata i presenti hanno avuto modo di parlare di un ulteriore progetto, chiamato “Tiro a Rete“. Il progetto interessa tutta l’Italia e tutti i comitati US Acli nazionale che hanno deciso di aderire, tra cui la Campania.

Questa iniziativa mira a: sviluppare la lealtà sportiva dei giovani attraverso una corretta educazione; consentire pari opportunità, e quindi far accedere chiunque allo sport indipendentemente dall’etnia; creare un nuovo pensiero, bandendo la violenza fisica e verbale.

Infine, la Presidente di US Acli ci ha parlato dei suoi progetti per il futuro: «Ho tanti progetti per il futuro che non vedo l’ora di realizzare. Ho prefissato di lavorare principalmente in zona, intorno alla provincia di Caserta».

di Iolanda Caserta

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità