Giornalisti- Pagano con la vita …

Giornalisti giornalisti...
Giornalisti giornalisti…

Oggi, ancora minacce ad un giornalista, un intimidazione per il suo impegno ed il suo lavoro,   ma la notizia passa quasi
inosservata, anche tra colleghi non fa notizia… Sembra quasi, che quando capita qualcosa di negativo ad un giornalista, non è perchè questi stava denunciando qualcosa di negativo, oppure faceva con coscienza e coraggio il proprio lavoro… NO! Nell’immaginario collettivo il giornalista è colui che quasi se la cerca, che non si fa i fatti suoi, che paga perchè è andato oltre…
Questa è la notizia che mi è stata girata … la riporto integralmente
“Un grosso petardo è stato fatto esplodere a Camposano, davanti al cancello della casa di un giornalista, Pasquale Napolitano, della testata online Retenews24. Al momento dell’esplosione, che non ha provocato gravi danni, in casa erano presenti solo la mamma del cronista ed una zia, madre, quest’ultima, di una candidata al Consiglio comunale del piccolo centro dell’hinterland partenopeo, Carmela Rescigno. Il boato è stato udito dai residenti che si sono riversati in strada per capire cosa fosse accaduto, portando soccorso alle due donne rimaste scosse dall’accaduto. Sull’episodio indagano i carabinieri.”

Un episodio che non va sminuito assolutamente, perchè spesso, chi opera nelle periferie, in testate meno famose, è solo…terribilmente solo, ed ogni articolo “scomodo” è un vero atto di coraggio.
Solidarietà a Pasquale Napolitano e alla sua famiglia.

Oggi da un Maestro Gaetano Porcasi, della pittura siciliano, di Partinico, ricevo questo collage di foto, tutte opere da lui realizzate nel tempo,di tutti giornalisti uccisi, a settembre mi impegnerò per portare a Napoli in un incontro da organizzare all’ordine dei giornalisti regionale dove sicuramente troveranno ospitalità dal nostro presidente Ottavio Lucarelli.

Orgoglioso di essere giornalista e di diffondere buona informazione  ed esempi costruttivi. Tommaso Morlando

Giornalisti giornalisti...
Giornalisti giornalisti…

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista – Fonda il “Centro studi officina Volturno” nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE.
In un territorio “difficile” è convinto che attraverso la cultura e l’impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra.
Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico.
Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle “eccellenze” dei nostri territori che RESISTONO.
Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani…ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.