Gettare oggetti dal finestrino: non ne vale la pena!

30
informareonline-oggetti-finestrino

Purtroppo le brutte abitudini fanno da padrone: una persona su tre getta oggetti, cartacce, mozziconi, fazzoletti, avanzi di cibi dal finestrino del proprio veicolo in movimento.

Se riflettiamo un attimo, possiamo capire quanto sia un gesto incivile, oltre ad essere dannoso e di non trascurabile pericolosità per l’ambiente. Tale gesto è considerato un illecito amministrativo, pertanto punibile dalla legge con una sanzione amministrativa molto salata, che sinceramente, se fosse attuata in modo molto frequente sarebbe sicuramente la terapia giusta per ridurre a zero questo ignobile gesto.

L’aspetto normativo

informareonline-gettare-oggettiIl Decreto Legislativo 285/1992 art. 15 del Nuovo Codice Della Strada, che cita espressamente il divieto di insozzare strade e sue pertinenze gettando oggetti e rifiuti da veicoli in movimento oppure in sosta è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria che va da € 106 ad un massimo di € 425.

Oltre l’art. 15 del Nuovo Codice della Strada, esiste un altro articolo molto importante, ed è l’art. 40 commi 2 e 3 della Legge n.221/2015. Questa legge rafforza la disciplina già contemplata nel Cds riguardo l’espresso divieto di sporcare strade.

L’articolo sopra citato – precisamente i commi 2 e 3 –  dispone che è fatto espresso divieto di “abbandonare mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi”.

Anche per questo articolo è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria con un importo fino a € 150, raddoppiata se i rifiuti abbandonati producono fumo in ragione del fatto che potrebbe essere un reale pericolo di provocare incendi.

La sanzione amministrativa se non contestata immediatamente può anche arrivare a casa.

Il Nuovo Codice della Strada prevede che la contestazione di una infrazione deve essere contestata immediatamente, salvo fatto specie per alcuni casi. Tra questi l’impossibilità di contestare una sanzione amministrativa in quanto il veicolo che ha commesso l’infrazione viaggia a velocità sostenuta oppure a causa di intenso traffico.

Al riguardo si deve sapere che la contravvenzione può arrivare entro 90 giorni dal giorno in cui si è commesso l’illecito. Verrà recapito un verbale che descriverà con chiarezza la contestazione e le ragione per le quali non è stato possibile contestarlo nell’immediatezza.

Quanto costano le buone maniere, senso civico e rispetto per l’ambiente.

Perché continuare a martoriare l’ambiente in cui viviamo? Per evitare di incorrere in spiacevoli multe, perché non utilizzare piccoli accorgimenti. Tra questi, possiamo consigliare di dotarsi in auto di sacchetti usa e getta, tipo quelli che troviamo in aereo, dove poter riporre oggetti, mozziconi di sigarette, cartacce, fazzoletti e altri tipi di rifiuti, svuotando il tutto oppure gettare negli appositi cassonetti dei rifiuti.

Quindi è ammirevole il poter tener pulito il proprio veicolo, ma questo non giustifica il fatto di farlo a discapito dell’ambiente che tanto può essere, per tutti noi, un grande aiuto al nostro benessere.

 

di Luigi Di Mauro

Print Friendly, PDF & Email