Francesco Gabbani all’Arenile di Napoli

Francesco Gabbani

Vincitore del 67° Festival di Sanremo e certificato triplo platino con la canzone Occidentali’s Karma. Francesco Gabbani si è esibito a Napoli presso l’Arenile con numerose canzoni della sua carriera: mamme e papà, adolescenti, pensionati, coppiette innamorate, fan con le magliette di Gabbani e della scimmia, tutti riuniti in un pubblico vario e festoso. Sul palco ha cantato la nuova canzone “Software” tratta dal disco intitolato “Magellano”, eh sì, ovviamente si è sentita “Occidentali’s karma”, non una, ma due volte, a metà del concerto e poi come penultimo pezzo, un autentico bis, quando il pubblico stava quasi lasciando il teatro. Il concerto inizia con “Magellano” ed altre canzoni dell’ultimo album; Gabbani corre da una parte all’altra del palco, salta, balla, intrattiene senza strafare, si percepisce uno stacco di resa ed entusiasmo fra i pezzi ritmati e tanto famosi omaggiando anche con la cover di “Susanna” il grande Adriano Celentano. Applauditissima.

Francesco suona la chitarra, accompagnato dal fratello e co-autore Filippo (batteria), Davide Cipolini (chitarra), Lorenzo Bertelloni (tastiere e direzione musicale), Giacomo Spagnoli (basso). A metà concerto la band lascia il palco al cantante che suona da solo al pianoforte “Immenso” e “Maledetto amore”.

 

 

Sono storie d’amore, è il momento romantico della serata. Insomma, sono tante le canzoni che si prestano a una doppia lettura, leggere, intrise di valori e altre divertenti, se ascoltate con attenzione svelano un significato meno scontato. A lui sta bene anche così, c’è bisogno soprattutto di infondere nel cuore delle persone tanta energia. Dopo una versione rock di “Vengo anch’io, no tu no” di Enzo Jannacci, il concerto volge quasi al termine con il cantante che chiede al pubblico «Ma voi ci credete nei co-co-complotti?!», introducendo così l’ultimo brano: “Pachidermi e pappagalli”. Alla fine, ringrazia senza sosta tutto il pubblico di Napoli ripetendo «Grazie perché date senso a tutto questo», e nel suo modo umile di fare festeggia con noi anche il suo compleanno ricevendo regali dai fans, ringraziando ancora una volta timidamente il calore dimostratogli dai napoletani.

di Rosario Maisto

Tratto da Informare n° 174 Ottobre 2017