Forte maltempo in tutta la Campania: disagi e criticità

85
Informareonline-forte-maltempo-in-tutta-la-campania-disagi-e-criticita
Pubblicità

Il bilancio dei danni che ha causato il forte maltempo in tutta la Campania è stato davvero pesante. Diversi sindaci avevano deciso ieri per la chiusura delle scuole optando per l’allerta meteo. Nella giornata di oggi e in quella di domani le scuole di Caserta resteranno chiuse per consentire le dovute verifiche dopo la violenta ondata di maltempo di ieri.

I vari eventi accaduti

È stata una mattinata di criticità e disagi. Un albero si è abbattuto su un’auto parcheggiata a Casal di Principe. Le strade, dopo la forte pioggia si sono allagate. Il sindaco Renato Natale ha invitato tutti i cittadini a rimanere in casa ed uscire solo se necessario per tutto il perdurare delle condizioni meteo avverse.

Pubblicità

A San Cipriano D’Aversa, invece, a pochi passi dal municipio è rimasta imprigionata nell’acqua una volante dei carabinieri. Vento forte e mare forza 5 nel golfo di Napoli hanno portato all’interruzione dei collegamenti con le isole minori, Ischia, Procida e Capri.

Sospese tutte le corse di aliscafi e navi in partenza da Napoli dai moli Beverello e Porta di Massa. Il maltempo ha rallentato l’attracco, provocando anche momenti di tensione tra i passeggeri nel porto di Calata di Massa a Napoli della nave Driade che era partita da Capri. E ancora, per il forte scirocco due navi si sono scontrate, senza gravi conseguenze, al Molo Beverello nel porto del capoluogo campano.

A Napoli, in via Rimini, si è sfiorata la tragedia a causa del forte vento che ha fatto staccare una lampada da un lampione stradale che è finita su un’auto. Un altro albero è caduto in via Tito Lucrezio Caro.

Allerta meteo anche nei prossimi giorni

L’allerta meteo proseguirà almeno per i prossimi due giorni. Sono in arrivo ulteriori perturbazioni e forti piogge. Oltre a tutto ciò ci sarà anche forte vento. La fonte del maltempo è a Nord Europa, arrivano da lì. C’è bisogno di preparazione da parte della Protezione Civile onde evitare ulteriori danni.

di Giovanni Terzi

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità